15/10/15

3 eventi da non perdere in Sicilia a ottobre!


Tempo di autunno, cadono le foglie, le giornate si accorciano, le temperature si abbassano...Ma non scoraggiatevi! 
C'è sempre qualcosa di bello e interessante da fare in Sicilia, anche - anzi, direi soprattutto! - a ottobre.
Sagre, fiere, manifestazioni dedicate all'enogastronomia e ai prodotti tipici, festival e rassegne...c'è solo l'imbarazzo della scelta!

Noi oggi vi segnaliamo solo tre fra gli eventi per cui vale la pena fare un salto in Sicilia questo mese.

Ecco quali e dove sono:

1) A Palermo: "Le Vie dei Tesori"


Le Vie dei Tesori è un modo per conoscere e avvicinarsi a una Palermo "diversa", nascosta, sotterranea. L'idea alla base del festival è quella di provare a costruire una comunità dove tutti (cittadini, istituzioni e turisti) trovino uno spazio di condivisione ed espressione culturale, di riappropriazione degli spazi.
Il programma offre ai visitatori una Palermo differente, ricca di itinerari nascosti, nuove prospettive, nuovi spunti di dialogo, nuove forme di accoglienza, nuovi spazi di aggregazione.
Non è facile descrivere un evento come questo, così ricco e interessante: visitate il sito ufficiale della manifestazione www.leviedeitesori.com.
Troverete un programma ricchissimo e articolato, all'interno del quale scegliere l'esperienza che più vi conquisterà!


2) Med Photo Fest - Catania, Modica, Scicli, Noto e Siracusa


Se siete appassionati di arte e fotografia, è questo l'evento che fa per voi: Med Photo Fest è una manifestazione dedicata alla fotografia d'autore che dopo tante edizioni, per la prima volta quest'anno diventa itinerante e si snoda tra Catania, Modica, Scicli, Noto e Siracusa.
Gli eventi in programma sono tantissimi: workshop, dibattiti, mostre e shooting dedicati al sud est siciliano e al tema del reportage.
Visitate il sito ufficiale della manifestazione per tutti i dettagli e il programma!


3) Marc Chagall, "Love and Life" - Catania


Dopo il grande successo della mostra dedicata a Picasso, questa volta il Castello Ursino di Catania accoglie la mostra di un altro grandissimo nome della pittura, il maestro Chagall con la mostra "Love and Life".
L'appuntamento è per il 18 ottobre: potrete visitare le sale del castello Ursino e ammirare ben 140 opere tutte originali. La mostra rimarrà visitabile fino al 14 febbraio prossimo.

Ci sembra proprio che ottobre sia dunque un mese super-ricco! 
E voi, avete visitato qualcuna di queste manifestazioni? Quale vi è piaciuta di più? Raccontatecelo qui sul blog o sui social!

Clicca qui per scaricare le audio guide!




13/10/15

Top 5: cinque cose che non puoi non fare a Siracusa


Tantissimi di voi ci hanno chiesto via email o attraverso i social i nostri consigli per visitare Siracusa: avete ragione, è una delle città più affascinanti e belle di tutta la Sicilia, e non è stato facile selezionare solo cinque esperienze...Ma una "top 5" è una "top 5", quindi niente scuse: ecco la nostra scelta delle attività imperdibili che dovete assolutamente fare durante la vostra visita a Siracusa!

1. Assistere alle tragedie greche

Photo: www.etnacoast.com

Il periodo giusto per visitare il Teatro Greco di Siracusa, comunque aperto tutto l'anno, è in realtà maggio/giugno. Solo in questi mesi infatti si può vivere l'enorme emozione di assistere agli spettacoli delle rappresentazioni classiche, spettacoli che vengono messi in scena oggi come allora, e che vi regaleranno emozioni indescrivibili...L'altissima qualità artistica dello spettacolo e l'incredibile bellezza della location, unite alla consapevolezza della storia e dell'antichità del luogo in cui vi trovate vi faranno vivere un pomeriggio indimenticabile! 
Le info per prenotare le trovate qui.

2. Passeggiare a zonzo per Ortigia

Photo: www.desetranges.com
La parte antica di Siracusa è un'isola bellissima fatta di vicoli e scorci incantevoli sul mare: benvenuti in Ortigia (...e non a Ortigia come erroneamente si dice!).
Perdersi a zonzo tra le sue viuzze ricche di storia è fantastico: mettete via la cartina e seguite solo l'istinto del momento...girato l'angolo potreste ritrovarvi nella maestosa piazza Duomo, con la sua Cattedrale costruita su un antico tempio greco, o raggiungere la celebre Fonte Aretusa, simbolo della città, o ancora ritrovarvi in un dedalo di stradine popolate solo dalla gente del posto affaccendata nella sua vita quotidiana, lontano dai negozietti di artigianato e dai ristorantini di pesce. Divertitevi!

3. Fare il bagno nella spiaggetta del Plemmirio

Photo: www.blog.weplaya.it
Da maggio a ottobre inoltrato potete seguire questo consiglio, il clima ve lo dovrebbe permettere: godetevi una giornata di mare al Plemmirio, a un tiro di schioppo da Siracusa. 
Si tratta di un'area marina protetta tra le più belle e incantevoli d'Italia, con insenature rocciose, spiaggette nascoste e tratti di pietra calcarea. Flora e fauna qui la fanno da padrone, ma troverete anche reperti archeologici e ritrovamenti che provengono direttamente dal fondo di questo mare cristallino...Il Plemmirio è decisamente una delle cinque cose che non potete perdervi se visitate Siracusa!

4. Caravaggio nella Chiesa di Santa Lucia


Non tutti sanno che la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, in Ortigia, custodisce un imponente capolavoro senza tempo: "Il seppellimento di Santa Lucia", opera del Caravaggio
Giunto a Siracusa nel 1608 fuggendo dal carcere di Malta, l'artista dipinse qui questo splendido dipinto, anche se rimangono avvolti nel mistero sia i motivi che effettivamente lo portarono a Siracusa, sia le questioni legate alla committenza del dipinto. Ma in fin dei conti, che importa? L'incanto è entrare nella chiesa e perdersi nell'ammirare questa splendida opera...

5. Assistere a uno spettacolo dell' Opera dei pupi

Photo: www.lacivettapress.it
Esiste, nell'immaginario comune, qualcosa di più "siciliano" dell' Opera dei Pupi? E allora godetevi lo spettacolo: Siracusa è il posto giusto per assistere a una delle rappresentazioni teatrali più caratteristiche dell'isola, ancora oggi messe in scena dalle antiche famiglie di pupari che ripetono la tradizione di generazione in generazione...Da non perdere!

Per conoscere anche tutte le altre città del sud est della Sicilia cercate tra le categorie di questo blog o scaricate le audio guide in MP3 direttamente dal nostro sito, le trovate tutte qui. 
Buon viaggio!

10/10/15

"Treno del Val di Noto 2015": domenica 11 ottobre, si va da Catania a Donnafugata


Ecco a voi, amici viaggiatori e amici siciliani, un'idea per una domenica diversa: saltare su un treno originale risalente agli anni Trenta e, a passo lento, assaporare il paesaggio incantevole del Val di Noto che scorre dietro il finestrino: da Catania a Siracusa, per poi proseguire verso Noto, Modica e concludere in bellezza a Ragusa e al suo Castello di Donnafugata.
Il "Treno del Val di Noto" (organizzato dall'Associazione Treno DOC in collaborazione con le FS italiane) è un modo per "prendersela comoda", viaggiando in modo lento e godendosi una delle ricchezze più grandi, il tempo a disposizione!
Si parte alla 7.45 da Catania (stazione Catania Centrale); si passa da Lentini (alle 8.17), da Augusta (alle 8.38) e da Siracusa (alle 9.22); da qui si procede per Avola (alle 9.44) e si arriva a Noto alle 9.50.

Palazzo del Municipio di Noto
Visitare Noto a questo punto è un must! C'è una navetta gratuita che conduce dalla stazione al centro storico, dove si può visitare gratuitamente la Cattedrale
Se volete scoprire tutti i segreti della città potete scaricare l'audio guida di Noto (€ 1,99) che dura circa 40 minuti durante i quali la voce vi guiderà alla scoperta delle chiese e dei palazzi che si stagliano lungo il corso Vittorio Emanuele e della Città Alta: la trovate qui in versione MP3.
Alle 12 è di nuovo il momento di saltare sul treno, alla volta di Modica (arrivo alle 12.51), di Ragusa (alle 13.11) e infine di Donnafugata (alle 13.30): qui vi aspetta un'interessante visita al Castello che in realtà (come vi avevamo già raccontato in questo post di qualche tempo fa) non è propriamente un "castello" ma un'antica dimora nobiliare del tardo '800, che ha fatto da set cinematografico - per citarne solo alcuni - al recente film di Matteo Garrone "Il racconto dei racconnti" e numerose scene della serie TV "Il Commissario Montalbano". La visita del Castello e al suo splendido, in occasione dell'iniziativa, è gratuita!

Il Castello di Donnafugata
Dalle 17.15 il Treno riprenderà il suo cammino all'inverso, facendo le stesse fermate dell'andata: Ragusa, Modica, Noto, Siracusa e Catania (dove arriverà alle 21.10).
Per chi parte da Catania o Siracusa i biglietti costano € 25 per gli adulti e € 15 per i ragazzi sotto i 12 anni; da Noto il costo si riduce rispettivamente a € 15 per gli adulti e € 5 per i ragazzi. I bimbi fino a 4 anni viaggiano gratis.
Non ci resta che augurarvi buona domenica e buon viaggio - lento - attraverso il sud est della Sicilia!



Clicca qui per scaricare le audio guide!



  



06/10/15

A casa del Principe! Visita al Palazzo Biscari di Catania.

Photo: www.vivict.it
Lo trovate tra i vicoli della Civita, antico quartiere del centro storico di Catania: è uno dei luoghi più belli e spettacolari da visitare nella città etnea, pieno di magia, storia, cultura e ricchezza architettonica. Stiamo parlando di Palazzo Biscari, il più sontuoso tra gli edifici settecenteschi della città, costruito dopo il terremoto del 1693 sulle superstiti strutture murarie cinquecentesche. 

È ancora oggi abitato dagli eredi della famiglia Biscari ed i suoi saloni principali ospitano manifestazioni culturali e musicali: giornalmente o quasi i saloni vengono aperti al pubblico per una visita guidata accompagnati da uno dei discendenti della famiglia, approfittatene! (Informatevi presso il vostro hotel su orari e giorni).

Furono i più importanti architetti dell'epoca a dare vita a questa meraviglia: Alonzo di Benedetto, Girolamo Palazzotto, Francesco Battaglia e Antonino Amato.
Appena entrati nel cortile, scommettiamo che riconoscerete la scalinata a duplice rampa che conduce all'ingresso dell'edificio: qui sono stati girati numerosi film e spot televisivi, oltre ad aver fatto da set anche a servizi fotografici di moda e di design.
La visita dell’interno, con sei saloni e tre gallerie, vi conquisterà di sicuro!
Vi sentirete un pò nobili dell'ottocento pure voi, mentre attraversate le sale affrescate e osservate alle pareti le tele che raffigurano gli antenati di famiglia, mentre attraversate il grande salone ottagonale affrescato e stuccato con rappresentazioni di paesaggi napoletani, le grandi specchiere sopra  camini e il ballatoio con il Palco dei musicisti.  

Photo: www.cotume.it


Le decorazioni del salone richiamano tarde opere bavaresi o certi saloni dei palazzi veneziani: probabilmente il principe di Biscari, con amici in tutta Europa, incaricò della decorazione di questo fantastico vano alcuni artisti nordici.  

Dalla galleria si accede alla terrazza che si affaccia sulla via Dusmet, di fronte al mare. 
Così, per chi giungeva a Catania dal mare, l’incontro con il palazzo offriva un’incantevole scenografia, grazie al dispiegarsi del paramento decorativo che concorreva a dare l’impressione di una sontuosa festa barocca.

Photo: www.nonsoloparolemaria.wordpress.com
La nostra audio guida in MP3 dedicata al Palazzo Biscari vi racconterà tutto sulla storia, l'architettura e le curiosità: potete scaricarla in pochi click direttamente dal nostro sito a solo € 0,69: la trovate qui pronta per il download!

Il Museo Biscari fu il primo museo privato aperto al pubblico per la prima volta in Europa, prima ancora del Louvre. 
L’abate Domenico Sestini, che il principe chiamò da Firenze per ordinare le sue collezioni, affermò che “nessun museo in Europa era superiore al museo del principe di Biscari”. Se gran parte delle collezioni sono state donate al comune di Catania, e trasferite nel 1927 al Museo civico di Castello Ursino, le sale del Museo dal 2008 rivivono, grazie ad un accurato restauro, voluto dalla stilista catanese Marella Ferrera, che qui, nelle due lunghe Gallerie “Naturalia ed Antiquaria”, ha creato il suo nuovo atelier e l’esposizione museale dedicata alle sue creazioni artistiche ispirate alla Sicilia. 
Un viaggio colmo di storia e tradizioni, attraverso le singolari sperimentazioni creative della nota stilista. 
Si può accedere al Museo da Via Museo Biscari n. 12, sarà un’esperienza indimenticabile!


Clicca qui per scaricare le audio guide!