06/07/15

Alla scoperta del "turismo relazionale": accogliere il turista come un amico

Scicli
Ultimamente si parla tanto di "turismo relazionale", un modo di fare turismo proposto anche dalla Regione Siciliana come il modo migliore per accogliere i turisti nella nostra isola...
Ma di cosa si tratta?
Immaginate di accogliere amici stranieri nella vostra città: li andate a prendere in aeroporto, li consigliate su dove alloggiare in base ai loro interessi e alle loro esigenze, li portate a conoscere il territorio attraverso strade meno battute e li coinvolgete nella realtà locale, gli raccontate delle tradizioni e magari li portate a mangiare da vostra nonna, che come fa la parmigiana lei non la fa nessuno.
In poche parole, cercherete di coinvolgerli nella quotidianità della vostra terra e di far vivere loro esperienze autentiche
Vi trasformerete in padroni di casa attenti, perfetti conoscitori del territorio e in grado di raccontarlo e trasmetterlo con semplicità e autenticità a chi sta viaggiando.
Ecco, questo è il concetto di "turismo relazionale".
E la Sicilia, da questo punto di vista, è davvero una terra dalle mille risorse! Qui si possono offrire ai viaggiatori (ci piace più chiamarvi "viaggiatori" che semplicemente "turisti") infinite esperienze: quella enogastronomica, quella naturalistica, quella legata alle tradizioni e quella attinente al mondo dell'arte e dell'architettura.

Catania, Mercato del pesce (A Pischiria)

È il modello che noi di Listen to Sicily abbiamo adottato da sempre, sin dalle nostre origini nel 2010 (quando ancora questo concetto non era poi così diffuso...): le nostre audioguide ne sono un esempio perfetto. 
Realizzate da gente del luogo, registrate in cinque lingue (inglese, francese, tedesco e spagnolo, oltre all'italiano), facilmente scaricabili in MP3 su tutti i dispositivi (smartphone, vecchi telefonini, lettori MP3, tablet, pen drive...) e decisamente low-cost (da € 0,69 a € 3,99!), vi hanno da sempre accompagnato in modo easy e immediato attraverso le città, le storie, le tradizioni e le leggende che le animano (anzi, cogliamo l'occasione per ringraziarvi per le centinaia di migliaia di download delle audioguide negli ultimi anni...siamo felici che siate in così tanti a farvi accompagnare dalla nostra voce alla scoperta della Sicilia!).
È in questo mood che vi parliamo qui dalle pagine di questo blog: vi raccontiamo i luoghi, la quotidianità, vi diamo consigli pratici su come raggiungerli e come apprezzarli al meglio, vi parliamo insomma come parleremmo ad un amico, per farvi conoscere la nostra terra attraverso i nostri occhi e farvi conoscere il volto più insolito e nascosto dell'isola. 
Quindi, lasciatevi trasportare da questo nuovo modo di viaggiare! Alberghi diffusi, itinerari naturalistici e religiosi, esperienze nelle cantine e nelle fattorie, turismo residenziale, degustazioni ed escursioni con guide locali, visite alle dimore storiche, passeggiate per borghi dimenticati...sono tutti i modi per trasformare la vostra vacanza in un momento unico.

Donnalucata (Scicli)

Di tutto questo si è parlato anche di recente all'Expo di Milano: nella "Piazzetta Sicilia" esperti di marketing territoriale, tour operator europei, rappresentanti dell'associazione "I Borghi più belli d'Italia" e giornalisti specializzati si sono incontrati per discutere proprio di turismo relazionale e prospettive di sviluppo della Sicilia. 
Tra i relatori, Pierfilippo Spoto, invitato per raccontare la sua bellissima esperienza di "guida relazionale" nei Monti Sicani e nella zona attorno ad Agrigento. Un esempio virtuoso da cui tutti gli operatori del turismo dovrebbero prendere esempio! 


Clicca qui per scaricare le audio guide!


Nessun commento:

Posta un commento