23/06/15

Trekking "virtuale" sull'Etna: visitiamo il vulcano con Google Street View

Photo: www.parcoetna.it

Circa due anni fa, il 21 giugno 2013, l'Etna, il vulcano attivo più alto d'Europa, veniva inserito nella World Heritage List dall'Unesco divenendo a tutti gli effetti Patrimonio Mondiale dell'Umanità (e noi di Listen ve lo abbiamo raccontato, non senza emozione, in questo post); oggi, per celebrare il secondo anniversario di questo importante evento, Google ha deciso di mappare le pendici del vulcano rendendo disponibili le immagini su Google Street View.
Basterà dunque un PC, un tablet o un semplice smartphone per avventurarsi in un vero e proprio "trekking virtuale" su per il vulcano, o meglio per pianificare in anteprima un trekking reale prima di recarsi fisicamente in quota!

Per effettuare la mappatura dell'Etna, i tecnici di Google Street View hanno utilizzato Trekker, uno zaino tecnologico equipaggiato con ben 15 fotocamere in grado di scattare continuamente immagini ad altissima risoluzione, fornendo una visuale a 360° in orizzontale e a 280° in verticale: Trekker era già stato inaugurato nel 2013 a Venezia in occasione della prima mappatura europea, e in questa occasione ha potuto fare la sua escursione fotografica a oltre 3000 metri di altezza sul vulcano siciliano, arrivando proprio in cima al cratere.



Grazie a questa incredibile mappatura ad alta quota, chiunque potrà, da ora in poi, comodamente da casa propria, conoscere e scoprire i suggestivi sentieri della montagna, e perchè no, decidere di pianificare la prossima vacanza proprio in Sicilia con l'obiettivo di scalare - stavolta sul serio - 'a Muntagna. Sono infatti migliaia e migliaia i turisti che ogni anno raggiungono la Sicilia con lo scopo principale di sfidare i propri limiti e vivere un'avventura irripetibile nella natura scalando l'Etna e visitando addirittura i crateri sommitali.

Ma c'è di più: l'inserimento dell'Etna su Google Street View è stato anche un modo per valorizzare e tutelare il territorio etneo e siciliano in generale, con le sue particolarità naturali e con le sue caratteristiche peculiari: proprio per questo Unioncamere e Camera di Commercio di Catania hanno creato una mostra digitale ad hoc: "Basalto Lavico dell'Etna"




La mostra è visitabile online sulla piattaforma del Google Cultural Institute e racconta le curiosità legate a questo peculiare materiale, tipico di Catania e materia prima di molti monumenti della città etnea, primo fra tutti l'Elefante di piazza Duomo.
E voi, siete pronti per questo viaggio virtuale?


Clicca qui per scaricare le audio guide!

Nessun commento:

Posta un commento