29/08/13

Il biancomangiare di mandorle, direttamente dalla cucina della nonne

Foto: www.menuturistico.com


Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta di un dolce semplice 
semplice e diffusissimo in Sicilia, il "biancomangiare".
È un budino - in questo caso alle mandorle, o meglio al latte di 
mandorle - che ha origine antichissima (era conosciuto già nel 
medioevo) e il cui nome ha origine francese: "blanc manger", in 
onore del colore candido dei suoi ingredienti.

È buono e leggero, e ha sempre quel sapore da "casa della nonna" 
che ci fa tornare un pò bambini, quando ce lo preparavano per 
merenda secondo questa ricetta!

Ecco gli ingredienti:

1 litro di latte di mandorle

Buccia di un limone grattugiata

200 grammi di zucchero

100 grammi di amido

Cannella in polvere

Fate così:

Mettete il latte a scaldare sul fuoco a fiamma dolce, tenendone da 
parte un bicchiere. Unite la buccia del limone, lo zucchero e la 
cannella. Nel frattempo sciogliete l’amido in quel bicchiere di latte 
di mandorla freddo messo da parte all'inizio, filtratelo e unitelo al 
latte riscaldato (deve essere tiepido, non bollente). Mescolate in 
continuazione con un mestolo di legno e, non appena comincia ad 
addensare, spegnete il fuoco. 
Continuate a mescolare e versate il composto in uno stampo unico 
o in più stampini più piccoli inumiditi. Fate raffreddare (anche in 
frigo) e, una volta divenuto ben denso, sformatelo in un piatto da 
portata spolverandolo con la cannella.

Buona merenda a tutti!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!

20/08/13

Pasta con la zucchina fritta: la ricetta siciliana!

Photo: www.cookaround.com
La pasta con la zucchina fritta e la ricotta salata: ecco una ricetta per un primo estivo, facile da fare, velocissimo e autenticamente siciliano...saprete cosa cucinare la prossima volta che gli amici vi faranno un'improvvisata!
Tanto più, sappiate che è buonissima non solo calda appena fatta, ma anche tiepida il giorno dopo...un'idea giusta per il pranzo nelle calde giornate di agosto.

Ingredenti:
500 gr di pasta corta
1kg di zucchine
30 gr di pinoli
3 spicchi d'aglio
Olio extra vergine di oliva
Pangrattato abbrustolito
Ricotta salata o caciocavallo ragusano

Tagliare a rondelle le zucchine (circa mezzo cm di spessore), fare soffriggere in padella l'aglio nell'olio extra vergine e dopo qualche minutoi aggiungere le zucchine. Lasciare cuocere qualche minuto e poi aggiungere i pinoli, continuando a friggere per altri 5 minuti.
Cuocere la pasta al dente, scolarla e metterla nella padella con le zucchine, farla saltare e insaporire mescolando per altri 5 minuti. 
Infine, spolverare con abbondante ricotta salata - o, nella versione ragusana, con caciocavallo dop - e servire.

Buon appetito!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!

16/08/13

Che isola vulcanica! Alla scoperta degli altri crateri siciliani oltre Sua Maestà l'Etna...

Photo: www.mediterranews.org

Un recente articolo sul sito inglese di Lonely Palnet ha definito la Sicilia "il punto in cui l'Europa non è più completamente Europa": una terra meravigliosa, calda, contraddittoria e bellissima, misteriosa e spesso scossa da terremoti ed eruzioni vulcaniche. Una terra che ha fascino da vendere.
E noi siamo ovviamente d'accordo: in particolare quando si parla della grande densità di vulcani come una delle più peculiari particolarità della nostra isola.

Principe indiscusso di questa famiglia esplosiva è ovviamente l'Etna: il più grande vulcano attivo d'Europa, recentemente inserito nel patrimonio dell'Unesco e fulcro di miti, leggende e paesaggi spettacolari.



Nel corso dei secoli ha mostrato la sua furia più e più volte, dal tremendo risveglio del 1669 che distrusse interamente Catania fino alle più recenti e blande eruzioni delle scorso anno.
Paura o no, è un'attrattiva ancestrale quella che il vulcano esercita sui viaggiatori di passaggio in Sicilia, e un'escursione sull'Etna è una tappa imprescindibile del viaggio (per prenotare un'escursione indimenticabile rivolgetevi a Etna Experience, che ha un approccio amichevole e guide competenti e attente). 

Ma "vulcano" in Sicilia non significa solo Etna. 
Innanzitutto c'è Stromboli, una delle destinazioni naturali più eccitanti della Sicilia. Isolotto delle Eolie, Stromboli emerge dal mare con i suoi crateri in perenne eruzione. Uno spettacolo imperdibile, soprattutto se visto dal mare.

Photo: www.vacanzealleeolie.it

E, sempre alle Eolie, quele vulcano più "vulcano" di un'isola chiamata - appunto - Vulcano? Eccola qui, con i suoi crateri attivi e il suo nome che dice tutto. Secondo la mitologia graca è qui che si trovavano le Fucine di Efesto, dio del fuoco e fabbro che aveva come aiutanti i ciclopi. Il nome romano di Efesto, Vulcano appunto, è quello che ha battezzato poi l'isola fino ai giorni nostri.


Photo: www.vulcano.me.it

Ma anche le altre isole Eolie (Lipari, Salina, Panarea, Alicudi e Filicudi), così come Pantelleria e Ustica, sono tutte di origine vulcanica.

Tutte, senza eccezioni, sono luoghi magici e incantati che vi consigliamo assolutamente di visitare: niente pericoli dalle eruzioni, solo uno spettacolo naturale da togliere il fiato!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!

12/08/13

Catania è tra le mete più ambite dagli italiani a ferragosto




Avete già scelto dove trascorrere la settimana più calda dell'estate?
Manca pochissimo a ferragosto, periodo dell’anno considerato tra i più caldi e importanti dagli italiani e dall’industria turistica nostrana, visto che è questo il momento in cui la maggior parte dei viaggiatori si regala una vacanza. Stando ai dati raccolti sulla ricerca dei biglietti aerei degli italiani, Catania è risultata essere la seconda destinazione più ricercata a livello europeo, preceduta solamente da Londra, ma capace di collocarsi sopra destinazioni come Barcellona e soprattutto Ibiza.
Gli italiani insomma non riescono a rinunciare al fascino delle spiagge siciliane, vista anche la facilità con cui è possibile raggiungerle e i numerosi collegamenti aerei disponibili da tutta la nazione. Per questo Catania è risultata la meta italiana in assoluto più ricercata, bissando peraltro i risultati dello scorso anno.


La metropoli etnea non è comunque l’unica nota positiva per l’isola, visto che Palermo si trova comunque nella Top 5, visto che oltre alle meraviglie architettoniche qui presenti, la purezza delle acque della zona di Trapani rendono questa parte dell’isola parecchio ambita. L'incantevole Lampedusa è risultata poi essere l’unica meta italiana tra le prime 10 per quanto concerne le destinazioni emergenti, forte di un incremento della ricerca di voli tra il 2012 e il 2013 che lascia ben sperare per il futuro del turismo in questa splendida isola.
Scorrendo la classifica, al terzo posto si colloca Barcellona (una delle città in cui un sacco d’italiani sogna di vivere nonostante la crisi sia più alta rispetto al nostro paese), seguita da Bangkok (da qualche tempo la destinazione asiatica più ricercata dagli italiani) e poi Palermo.
La restante classifica ha rilevato anche che Tel Aviv è la prima tra le destinazioni emergenti cercate dai viaggiatori, evidenziando anche come stia crescendo l'interesse per Tunisi, Mosca, l'Havana e Singapore.

Top 20 - destinazione Ferragosto
Destinazioni emergenti
1.       Londra
1.       Tel Aviv  
2.       Catania
2.       Tunisi
3.       Bangkok
3.       Mosca
4.       Barcellona
4.       Havana
5.       Palermo
5.      Lampedusa
6.       Parigi
6.       Tirana
7.       Ibiza
7.       Marsiglia
8.       Olbia
8.       Singapore
9.       Amsterdam
9.       Nizza
10.    New York
10.    Eindhoven

Qualunque sia la destinazione che avete scelto, a noi di Listen non resta che augurarvi buon viaggio, buon Ferragosto e soprattutto buon divertimento!

Scopri  qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!


09/08/13

Sicily Saling Experience: a vela lungo le coste siciliane


Chi lo ha provato almeno una volta non potrà che essere d'accordo con noi: andare a vela lungo le coste siciliane è un'esperienza indimenticabile!
Siamo abituati a conoscere le coste dal punto di vista della terraferma, e certamente sappiamo apprezzarne le meravigliose calette, le spiagge, la vegetazione e la fauna. Ma vi siete mai chiesti come deve essere vivere tutto questo da un'altra prospettiva? Senza più la terra sotto i piedi ma solo mare aperto, vento, sole e libertà?
È un'esperienza da provare assolutamente; esistono moltissimi luoghi lungo le coste che sono raggiungibili solo ed esclusivamente via mare, e che solo chi conosce bene il luogo e il territorio potrà mostrarvi per bene.
Allora perchè non decidere di sovvertire per un giorno la prospettiva e vivere il mare dal punto di vista del...mare?
Spesso si pensa che andare a vela o vivere l'esperienza della vita in barca sia esclusivo appannaggio di pochi facoltosi fortunati. Non è così! Se possedere una barca di proprietà non è certamente facile nè a buon mercato, è anche vero che noleggiare una barca per uno o più giorni, con uno skipper in grado di manovrarla e mostrarvi tutte le bellezze della costa, è decisamente alla portata di tutti e vi riserverà delle emozioni straordinarie.
Ad esempio, a Catania, proprio dentro il porto, troverete Sicily Sailing Experience, un'associazione che organizza escursioni in barca a vela lungo la costa orientale della Sicilia, e che vi condurrà a visitare - tra le altre cose - le Grotte di Ulisse e la riserva marina di Acitrezza.
Gli skipper sono simpaticissimi e competenti: vi mostreranno la riviera dei Ciclopi, il Castello medioevale in lava di Acicastello, i celebri faraglioni che il gigante Polifemo scagliò contro Ulisse...Ma non è finita qui: durante la giornata imparerete le basi dell'andare a vela, potrete fare canoa e snorkeling, e avvistare pesci e cetacei e naturalmente gustare un ottimo pranzo a base di pesce freschissimo direttamente a bordo. Una giornata di mare, vela, buon cibo e relax che non dimenticherete facilmente!

E se una giornata così non vi basta, vi diciamo che i ragazzi di Sicily Sailing Experience vi propongono anche la possibilità di scegliere una mini-crociera in barca a vela per più giorni. In questo caso dormirete in barca ed esplorerete le coste siciliane  alla scoperta di terre ricche di arte, cultura e bagnate da un mare cristallino e limpido. Potete scegliere fra tre diversi tour che vi condurranno rispettivamente alle Isole Eolie, da Acitrezza a Marzamemi o nella splendida Taormina. Qui troverete tutti i dettagli.

E per chiudere questo post dedicato alle esperienze a vela, vogliamo proporvi una vera chicca: l'esperienza del boat&breakfast
Come funziona? Invece di dormire in un B&B "normale", trascorrerete la notte a bordo di una barca a vela ormeggiata in porto, vivendo l'esperienza di una cena in barca sotto le stelle e di dormire cullati dalle onde. Al risveglio, naturalmente, troverete brioche&granita ad attendervi nel bar più vicino, come da tradizione siciliana per iniziare la giornata nel migliore dei modi!
E c'è di più: se pernottate al B&B Catania City Center, o se prenotate un'escursione sull'Etna con Etna Experience, avrete uno sconto del 10% sulla vostra escursione a vela
Cosa aspettate?
Non ci resta che augurarvi "buon vento"!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!



07/08/13

Spiagge da non perdere: Calamosche


Oggi vi consigliamo una spiaggia che rimarrà nei vostri ricordi per quanto è bella, selvaggia e incantevole: stiamo parlando della spiaggia di Calamosche, riserva naturale tra i resti archeologici di Eloro e l'oasi faunistica di Vendicari.
Ci troviamo nella costa orientale della Sicilia, vicinissimi alla splendida e barocca cittadina di Noto - che potrete visitare grazie alle nostre audioguide all'imbrunire, dopo una splendida giornata di mare!
Per raggiungere la spiaggia di Calamosche, prendete la SP 19 che da Noto porta a Pachino, svoltate a sinistra al km 6 e immettetevi nello sterrato che attraversa la vecchia ferrovia; già qui vi troverete immersi in un paesaggio incantevole di campagna siciliana incontaminata. Seguendo le indicazioni giungerete al parcheggio custodito dove lasciare la macchina e iniziare il percorso per raggiungere la spiaggia. 
Ci vogliono circa 15-20 minuti di camminata, ma lo sforzo sarà ampiamente ripagato dallo spettacolo che vi troverete davanti una volta giunti a destinazione!
La spiaggia è un vero e proprio paradiso: una caletta stretta tra due grossi promontori rocciosi pieni di grotte e cavità nascoste, dalla sabbia fine e impalpabile. L'acqua è sempre limpida e trasparente, i colori sono contestualmente vividi e lievi, il mare è sempre calmo e l'aria che si respira è di pace e serenità...un posto magico!
Non a caso infatti la spiaggia di Calamosche è stata nominata spiaggia più bella d'Italia nel 2005, e tutt'ora viene spesso scelta come set per spot e campagne pubblicitarie.
Come ogni paradiso naturale che si rispetti, qui non troverete nè chalet nè bar, nè docce nè bagni nè punti ristoro: quindi vi consigliamo di equipaggiarvi con acqua e uno spuntino. 
E passerete una giornata di mare davvero da ricordare!



Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!


06/08/13

Siete mai stati al Café-Chantant? Poggio del Sole 11 agosto 2013


In un tempo ormai lontano, nella bella e magica Parigi, i café-chantant emozionavano e divertivano gli abitanti della Ville Lumière.
Operette, giochi di prestigio, balletti e canzoni, nella cornice di locali dove non mancavano di certo whisky e sigari..il divertimento era assicurato!!
Dopo la grande fortuna ottocentesca, estinti già agli inizi del Novecento, i Café-Chantant tornano a vivere nel nuovo spettacolo di William Ansaldi, ideato e diretto dallo stesso, con la collaborazione per le coreografie della  scuola di danza “Dietrolequinte” di Vanessa Battaglia, ballerina e coreografa del corpo di ballo (Campo Paola, Carfi' Alessandra, Di Modica Giulia, Galota Linda, Paternò Michela, Perlini Beatrice) e del maestro Mario Pollicita.

Un modesto locale mezzo sgangherato, una pedana al centro della sala, intorno, seduto ai pochi tavolini, un pubblico scomposto e certo non raffinato: non siamo mica all’Opéra. Un cantante si esibisce in un pezzo lirico accompagnato dal pianoforte di un Maestro, bevono insieme un buon whisky, i sigari non si contano. Irrompono sul palco, tra tulle e merletti, improvvisate soubrette spigliate e sanguigne.
E così, tra un paio e l’altro di cosce danzanti, tra un’esibizione e l’altra di cantanti o presunte tali, il capocomico intrattiene il suo fedele pubblico coi suoi pezzi da bravo attore e maliziose canzonette. Ma questa sera, al café chantant, qualcosa non va: come si fa se la cantante di turno non sa mettere il “si” dopo il “la”? Per fortuna che è un’ottima ballerina e la padrona del locale saprà come salvare la serata.

Rievocando le celebri esibizioni di Nino Taranto, Ettore Petrolini, Maria Campi, Anna Fougez, Nicola Maldacea, Lina Cavalieri e altri protagonisti del Café-Chantant lo spettacolo ne ripercorre l’ascesa e poi il declino: dopo gli esordi scoppiettanti e colorati, ambientati a Napoli, la scena si sposta nella Roma in bianco e nero degli anni ‘20, dove prevale ormai l’eleganza, lustrini e gioielli, e le cantanti improvvisate di un tempo cedono il posto a primedonne dall’aria fatale; la cocaina imbianca la scena, la concorrenza del cinema e della commedia musicale è troppo forte: il Café-Chantant sarà presto dimenticato.

Siete mai stati al Café-Chantant? Se la risposta è no non potete di certo perdere l’occasione!!
Per chi ha voglia di divertirsi, per chi vuole trascorrere una serata alternativa, per chi vuole lasciarsi travolgere da emozioni d’altri tempi l’appuntamento è per giorno 11 agosto alle ore 22.00 al Poggio del Sole. 


Per  info e prenotazioni 334 9155509
Costo del biglietto: 10 euro



05/08/13

I gelati più pazzi del mondo!


Che estate sarebbe senza gelato? Impossibile farne a meno: a colazione con la brioche, a merenda, come sostituto del pranzo o come fresco dopocena il gelato la fa da padrone in questi mesi di caldo afoso.
Ma perchè accontentarsi dei "soliti" gusti? Per gli amanti delle novità e delle sperimentazioni più audaci, qualche tempo fa Lonely Planet ha elencato i gelati più strani in giro per il mondo. Eccoli!

1. Chin Chin Labs, Camden, Londra



Qui potete gustare - udite udite - il gelato di azoto liquido. Qui gli "scienziati" del gelato, rigorosamente in camice bianco e provvisti di provette, introducono l'azoto in un mixer e ne ricavano gelati di ogni gusto: caramello, sigaro, fragole profumate di fieno...

2. Humphry Slocombe, San Francisco



Qui preparatevi davvero all'assurdo: il più richiesto è il gelato al prosciutto, con maiale arrosto e semi di finocchio. Ma ci sono anche foie gras, barbabietola, crema di formaggio...Provare per credere? ...Noi siamo decisamente perplessi!

3. Heladeria Lares, Portorico


Nella piccola cittadina di Lares, in Portorico, c'è questa gelateria conosciutissima e apprezzatissima per i suoi 50 gusti di gelato: e che gusti! Gelati alla patata dolce e cannella, con riso e fagioli o con merluzzo...

4. Ice Cream City in Namja Town, Tokio



Anche qui non si scherza! Che ne dite di un gelato al gusto seppia, wasabi, cactus e anguilla? C'è anche quello con carne di cavallo...No comment!

5. Gelato Messina, Sydney



Qui il gelataio, chiaramente di origini italiane, serve il celebre Royale W Cheese: un cheesburger fatto di gelato al cioccolato e arricchito di crema di albicocche, anguria e lampone. Decisamente più vicino ai nostri gusti!

E per finire questa carrellata, se volete sperimentare gusti nuovi e particolari - ma BUONI!!! - senza andare troppo lontano, noi vi consigliamo una tappa da Gelati DiVini a Ragusa Ibla: qui si sperimenta con risultati da leccarsi i baffi. Assaggiate i gusti "DiVini": gelato al Brachetto, al Moscato d'Asti o al Passito di Pantelleria...non ve ne pentirete!
Un altro indirizzo imperdibile per i gelati - ma a dire il vero per tutta la pasticceria - è a Marina di Ragusa e si chiama Caffè delle Rose: anche qui i gusti sono super creativi e dai nomi evocativi: volete sapere com'è fatto il "Monti Iblei" o il "Sudafrica"? Sapete cos'è la granita "Coccodrillo"? Non vi sveliamo nulla...andate a scoprirlo di persona! 

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia!

01/08/13

In Sicilia è l'estate dei festival! Rock e non solo...


All'estero è da sempre una tradizone consolidata: in estate fioriscono festival musicali di ogni genere, enormi raduni di gente che per due o tre giorni vive a stretto contatto con la natura durante il giorno e si scatena al suono dei live la notte. 
Pensate ai mega-festival statunitensi o a quelli europei: basta citare il Glastonbury Festival o il Reading Festival nel Regno Unito, e il Sziget Festival a Budapest, con band che hanno fatto e continuano a fare la storia del rock.
E in Sicilia?
Da qualche anno si sono affermati alcuni appuntamenti imperdibili, noi ve ne segnaliamo tre fra quelli che ci piacciono di più! 


YPSIGROCK FESTIVAL - 8/11 agosto, Castelbuono (PA)

Photo: www.nerdsattack.net
Ypsigrock non ha una storia recente: è giunto alla 17° edizione ed è tra i più importanti festival rock d'Italia, punto di riferimento imprescinbile per gli amanti della musica e della cultura indie
La location è estremamente suggestiva: Castelbuono, un borgo medievale in provincia di Palermo, nel cuore della Sicilia meno conosciuta e meno turistica. Il Main Stage è proprio nella piazza del paese, tra l'antico arco e il castello. Si alterneranno sul palco Editors, The Drums, Erol Alkan, Metz e molti altri: qui la line up direttamente dal sito ufficiale. 
Si campeggia all'Ypsigcamping, nel cuore del Parco delle Madonie, tra aria buona, prati e natura, in un ambiente multiculturale e creativo, con gente che viene appositamente da tutta Europa.
Secondo noi è da non perdere!


NOT.fest - 12/14 agosto, Noto (SR) 


È il terzo anno per il NOT.fest, che anche quest'anno promette di non smentire le aspettative di successo già confermate nelle precedenti edizioni.
Siamo a Noto, nel cuore pulsande del sud-est barocco siciliano. Il concerto di apertura - gratuito! - del 12 agosto,  si terrà nell'affascinante cornice del Cortile dei Gesuiti, proprio nel centro della città: si divideranno il palco Dimartino e Mario Venuti, e si esibiranno molti visul artists siciliani.
Le sere successive il palco del NOT.fest si sposta in Contrada Zupparda: tra i nomi in cartellone ci sono Tricky - musicista e producer tra i più noti della scena inglese negli ultimi 15 anni -, i belgi 2manydjs, e il dj e produttore berlinese Dixon. Ancora, i Tre Allegri Ragazzi Morti, i dj Blatta&Inesha, la band siciliana rivelazione dei Black Eyed Dog.
Sul sito ufficiale trovate tutte le info e il programma completo.


SICILY MUSIC VILLAGE - 12/15 agosto, Marina di Modica (RG)


Ed ecco il terzo ed ultimo raduno che vi segnaliamo: Sicily Music Village è il festival internazionale di musica reggae, ska, dubstep, hip hop, rock steady e tecno che si tiene da tre anni con enorme successo e che quest'anno vi porterà a Marina di Modica, a pochi passi dal mare del sud-est.
Ai quattro giorni di concerti e dj set si associano diverse formule di pernottamento, dal classico campeggio al più confortevole B&B, e la promozione della cultura e della enogastronomia locale con sagre, mostre, stand ed eventi collaterali.
La line up è di tutto rispetto e vanta nomi provenienti da tutta Europa e non solo: Ellen Allien (Germania), Skatalites (Germania), Mighty Crown (Giappone), Good Old Boys (Italia), Camo&Krooked (Austria), The Partysquad (Olanda). Tutte le info le trovate sul sito ufficiale www.southsicily.it.

Allora, avete deciso quale scegliere?

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica,divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.