02/03/13

I biscotti da viaggio: "i 'Mpanatigghi" modicani


Come un piccolo panzerotto a forma di semiluna, gli ‘mpanatigghi sono i biscotti modicani per eccellenza, i più conosciuti e forse i più apprezzati.
La ricetta ha una lunghissima tradizione tramandata di generazione in generazione, da dolciere modicano a dolciere modicano, ad iniziare probabilmente dalla dominazione spagnola avvenuta nel XVI secolo.
A dimostrarne le origini ci aiuta sia il nome, ‘mpanatigghi deriverebbe dallo spagnolo “empanadas o empadillas”, sia l'accostamento alquanto inusuale di carne e cioccolato che ricorre più volte nell'arte culinaria spagnola.
Carne e cioccolato?Esattamente, avete letto bene e non c’è nessun errore di battitura.
Gli ‘mpanatigghi sono ripieni di mandorle, noci, cioccolato, zucchero, cannella, chiodi di garofano e carne di manzo. Ad essere precisi in passato veniva usato qualsiasi tipo di carne, in seguito, per un fatto puramente pratico, si cominciò ad usare la carne di manzo e in particolare il controfiletto perché privo di nervature.
Attorno a questo dolce, grazie anche alla fantasia che contraddistingue da sempre la popolazione siciliana e soprattutto grazie all’ingrediente segreto, la carne appunto, sono nati e sono stati tramandati numerosi aneddoti.
Uno fra tutti narra che i biscotti nacquero per mano delle suore di un monastero, le quali, impietosite per le fatiche dei confratelli predicatori che giravano fra i vari conventi nel periodo quaresimale, nascosero carne tritata tra il pesto di mandorle e il cioccolato così da far mangiare la carne nonostante proibita in Quaresima.
I biscotti, infatti, hanno un ricco potenziale nutritivo e una carica di energia considerevole tanto che il famoso scrittore Leonardo Sciascia li definì “i biscotti da viaggio” per i principi nutritivi, perché leggeri e facilmente trasportabili e soprattutto per la loro lunga conservazione.
I biscotti sono di una bontà incredibile, il tritato di carne non si avverte al gusto, nel senso che non è singolarmente riconoscibile, ma sicuramente contribuisce a conferire al biscotto, nel suo insieme, quel sapore unico e particolarmente gradevole che lo contraddistingue.
Mandorle, cannella e carne di manzo il tutto chiuso in uno strato di sfoglia: una risorsa di bontà ed energia tutta modicana perfetta per tutti i viaggiatori e per i più golosi.
Un dolce ideato probabilmente, e noi piace pensare che sia così, per i pellegrini e i viandanti di un tempo, che oggi richiama l’avventura del viaggio e che è arrivato fino ai giorni nostri portandoci i sapori di un tempo lontano.

Forse potrebbero interessarti anche:



Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento