12/02/13

Ionesco, le sedie e la farsa della vita: teatro Don Bosco di Ragusa domenica 17 febbraio


Le sedie è un’opera teatrale in atto unico scritta da Eugene Ionesco e nel quale l’autore mette in scena l’irrealtà del reale e il vano, drammatico, grottesco tentativo di riempire il vuoto dell’esistenza e l’impossibilità di comunicare.
I protagonisti sono due coniugi, il Vecchio e la Vecchia, che vivono in una torre di un’isola. Trascorrono la loro vita immersi nella routine, grande amica, almeno apparentemente, in quanto fa passare il tempo e dà loro l’illusione di esistere davvero.
Come ogni sera i due sono impegnati a rappresentare la farsa tragica della loro esistenza ma quella rappresentata non è una sera qualunque, bensì una serata speciale. I due, infatti, aspettano degli ospiti illustri, invitati ad ascoltare il messaggio di salvezza che il Vecchio ha deciso di tramandare ai posteri.
Chi sono gli ospiti?Tutti, “tutti quelli che sono un po’ studiosi e un po’ proprietari", e sono tanti ma tutti invisibili, e allora servono le sedie, tante e tutte ben visibili, ingombranti, soffocanti.
La desolante esistenza dei due vecchi si popolerà con la presenza degli invitati o sarà esattamente il contrario? Quale sarà il senso dell’esistenza per il Vecchio e soprattutto questo verrà svelato?
Un’opera ricca di significato, apparentemente folle ma estremamente reale, che verrà messa in scena dalla Compagnia G.o.D.o.T domenica 17 febbraio dal teatro Don Bosco di Ragusa.
Un’opera che secondo il regista, Vittorio Bonaccorso, risulta più attuale che mai: “Noi siamo così bombardati da pubblicità, notizie, immagini, tutte allo stesso modo importanti da non accorgerci che niente ha significato. Siamo circondati da "oratori muti" ma al tempo stesso petulanti, i quali si avvitano su se stessi pensando di essere portatori di “messaggi” importantissimi. Nell’atto unico Le sedie, metafora della condizione umana, si assiste ad un'invasione di oggetti-materia oscura che prevaricano l'universo dell’uomo, restringendolo e soffocandolo progressivamente. Una sorta di nulla che riempie la vita dei due protagonisti, così come nella nostra epoca ci sommerge un niente di cui, apparentemente, non possiamo fare a meno”
Insomma un’opera assolutamente da vedere e con una messa in scena assolutamente da non perdere.
Noi di Listen andiamo..e voi?



Ingresso in prevendita euro 8
Ingresso al botteghino euro 10
Biglietti in prevendita Silvia Galifi 339 6188504  


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


Nessun commento:

Posta un commento