15/01/13

Eco buoni propositi per un 2013 più verde




Si parla spesso di sviluppo sostenibile e di eco-sostenibilità e spesso se ne parla come se fossero dei concetti troppo ampi e molto astratti. In realtà sappiamo bene che non è così.
Essere “green” significa innanzitutto impegnarsi quotidianamente perché sono le buone pratiche giornaliere quelle che ci consentono di costruire uno stile di vita eco-sostenibile.
E visto che l’anno è appena iniziato perché non fare degli eco-buoni propositi per rendere questo 2013 un anno all’insegna dell’eco-sostenibilità?
Ecco qualche piccolo consiglio per un anno dalle tinte più verdi

NO AGLI SPRECHI DI ACQUA
L’acqua è un bene prezioso, una risorsa fondamentale!E anche se tutti lo sappiamo non siamo spesso molto bravi ad evitare gli sprechi.
Ecco cosa fare:
-Installare una doccia a basso flusso e i dispositivi che riducono il flusso d’acqua dai rubinetti
-Controllare le guarnizioni dei rubinetti in modo da evitare le perdite d'acqua
-Preferire la doccia alla vasca da bagno così da risparmiare acqua ed elettricità
-Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti
-Lavare i piatti cercando di non sprecare troppa acqua

NO ALLO SPRECO DI CIBO
Lo spreco di cibo è uno degli eco-crimini che si compie più di frequente nelle nostre case.
In Italia si è stimato che lo spreco alimentare ammonti a ben 1,5 milioni di tonnellate, pari a un valore di mercato di 4 miliardi di euro.
E’ quindi importante scegliere di “mangiare responsabile”:
-Quando si mangia fuori casa portare via gli avanzi nelle apposite vaschette così da non buttare via nulla
-Riutilizzare gli avanzi in cucina sperimentando nuove e gustosissime ricette che salvano dalla pattumiera cibo ancora in perfetto stato di conservazione

SI AL “MANGIARE RESPONSABILE”
La scelta del cibo è l’esempio migliore per capire come ecologia, risparmio e salute possono incontrarsi e migliorare notevolmente la qualità della vita di ognuno di noi. Il cibo che mangiamo ogni giorno ha un impatto fortissimo sull’ambiente,specialmente la carne e frutta fuori stagione
-Scegliere i prodotti a km 0 così da riduce il trasporto di prodotti e quindi anche l'emissione di anidride carbonica.
-Mangiare cibi di stagione. Sono maggiormente reperibili e meno costosi.

SI ALLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
Strettamente legato alla questione cibo c’è il problema dei rifiuti: il cibo in eccesso, se non differenziato correttamente nell’umido, finisce in discarica.
Considerando inoltre la continua emergenza rifiuti che viviamo in Italia ridurli è a dir poco fondamentale. Quindi:
-Fuggite dall’over packaging, cioè l’eccesso di imballaggi e confezioni.
-Evitare di scegliere prodotti dagli imballaggi in plastica o non riciclabili.
-Scegliere i prodotti “sfusi” come per esempio i detersivi o anche per quanto riguarda gli alimenti. Nessuno ha ancora capito perché per comprare una fettina di carne o un filetto di pesce da 100 grammi ci si debba portare a casa anche 50 gr grammi tra polistirolo e plastica.

SI AL RICICLAGGIO E AL RIUSO
Evitare di produrre rifiuti,come appena detto, è fondamentale ma è impensabile non produrne completamente quindi non ci resta che differenziarli correttamente e puntare sempre sul riuso.

SI AL RISPARMIO DI ENERGIA
Piccoli accorgimenti che a molti possono sembrare superflui permettono di effettuare un notevole risparmio energetico che non solo aiuta l’ambiente ma influisce anche sulle bollette. Nel settore energetico c’è un detto: “Non c’è miglior MegaWatt del NegaWatt”, cioè il MW risparmiato. Come si fa?
-Sostituire tutte le lampadine di casa con luci a basso consumo o a led, sceglierle di potenza non eccessiva rispetto alla reale necessità e spegnerle quando non servono o si esce dalla stanza.
-Disattivare gli apparecchi elettrici in stand-by. Lasciare, ad esempio, un televisore in stand-by genera un consumo energetico pari al'80% rispetto a quello prodotto durante l'uso.
-Per il riscaldamento non serve alzare troppo il termostato bensì basta posizionarlo intorno ai 19-20 gradi. In inverno,anche a casa, si deve stare con il maglione e non a maniche corte: si consuma meno e si evitano eccessivi sbalzi di temperatura, dannosissimi per la salute.
-Evitare spifferi e dispersione del calore. L’ideale, in questo caso, sarebbe investire in una buona ristrutturazione energetica dell’appartamento con finestre con vetro-camera e una buona coibentazione del tetto.

SI AI MEZZI PUBBLICI
Il settore dei trasporti è uno di quelli con maggiore impatto sull’ambiente e sul quale l’Italia deve fare ancora moltissimo, sia come infrastrutture che come mentalità. La prima scelta è usare meno possibile l’auto così da ridurre l’emissione di CO2 e risparmiare sulla benzina, scegliendo al suo posto i mezzi pubblici. I mezzi più green in assoluto sono: andare a piedi o in bicicletta.

SCEGLIERE BENE
Ecologia non vuol dire tornare all’età della pietra. Lavare i panni in lavatrice o i piatti in lavastoviglie è normale e certe volte può essere anche più ecologico che lavarli a mano.
Come sempre ci sono dei piccoli accorgimenti:
-Fare sempre il pieno carico e leggere bene l’etichetta del detersivo per scoprire se è conforme alle normative europee
-Scegliere elettrodomestici a basso consumo.
-Per quanto riguarda l’elettronica fare affidamento alla classifica annuale redatta da Greenpeace: tutte le marche principali di elettronica,infatti, sono poste sotto la lente di ingrandimento per scoprire quelle che, nel loro processo produttivo, rispettano di più o di meno l’ambiente.

..e per tutti i viaggiatori?

VIAGGIARE RESPONSABILE
Viaggiare prestando attenzione all’ambiente è possibile!Come si fa?Scegliere mete rilassanti e fuori dallo stress della città ma, e soprattutto, scegliere Eco Hotel e cioè strutture ricettive che rispettano criteri di sostenibilità ambientale: resort e alberghi ecocompatibili costruiti con l’ausilio della bioarchitettura e che utilizzano fonti di energia rinnovabili..e se vuoi saperne di più LEGGI QUI


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia. 


1 commento:

  1. Buoni propositi utilizzando i vasi naturali Vipot, realizzati in lolla di riso e amici dell'ambiente...
    Visitate la pagina facebook!!!

    RispondiElimina