14/12/12

CROCCANTE, PROFUMATO, NATALIZIO: IL BACCALA' ALLA SICILIANA




I Baschi, una volta scoperti i banchi di merluzzo nei mari del nord, ci tornavano spesso. Per conservare i merluzzi, invece di esporli all'aria all'uso dei Vichinghi, li mettevano sotto sale, abitudine che avevano preso con le balene. Nasceva così il baccalà, piatto tipico del Natale in Sicilia!
Listen to Sicily oggi vi propone la ricetta del baccalà fritto: una prelibatezza croccante e gustosa, irrinunciabile sulle tavole delle feste!


Ingredienti per 4 persone: 
800 gr. di baccalà bagnato,
olio extravergine di oliva,
farina q.b.
sale e pepe

Preparazione:

Il baccalà va filettato, cioè tagliato in filetti larghi due dita e lunghi 8-10 cm e poi dissalato in acqua corrente per almeno due giorni; oppure va comprato già bagnato e tagliato; molta cura va posta nel fare la pastella e nel friggere. Prima di tutto occorre preparare la pastella, setacciando la farina e mescolandola piano piano in una terrina con acqua tiepida e il sale. Se il tutto è troppo consistente, aggiungete ancora un po’ di acqua tiepida. L’impasto deve essere come panna liquida densa; appena completato coprite la terrina con un panno e fate riposare il tutto per almeno due ore senza esplorlo al freddo. Al termine delle due ore prendete i filetti di baccalà asciugati con carta da cucina e ripassateli nella pastella; subito dopo immergeteli piano in una padella contenente olio ben caldo. Non appena si saranno dorati da entrambi i lati, estraeteli dall’olio, sgocciolateli e metteteli in un piatto su carta assorbente. Successivamente accomodateli in un piatto da portata, salateli e pepateli, mettendo accanto ai filetti i limoni tagliati a spicchi. Servite i filetti di baccalà ben caldo e... buon appetito!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia. 




Nessun commento:

Posta un commento