02/11/12

CICLOTURISMO: VIAGGIARE IN BICI. È ECO E CHIC!



I viaggi in bici sono un'opportunità per conoscere nuovi posti, nuovi panorami e nuovi compagni di viaggio: la filosofia delle vacanze cicloturistiche, infatti, consiste nello stare bene insieme, vedere posti che conservano un incanto unico, particolare e rilassarsi. Il cicloturismo, o vacanze in bici, deve essere un'esperienza divertente, dove impegno fisico e relax procedono di pari passo. Libertà di movimento, il piacere di esplorare e condividere sono le regole!
Lo spirito non è quello della "prestazione" fine a se stessa, bensì quello di voler condividere una nuova e bella esperienza, mettendosi alla prova. Il cicloturismo offre la possibilità di godersi appieno la strada, e notare quei particolari che altrimenti non avremmo mai visto. Si entra in contatto diretto con il territorio e si riscopre il piacere di viaggiare lentamente.
È anche l'occasione per conoscere nuove persone e ritrovare il proprio benessere psico-fisico. E' importante iniziare ogni viaggio in bicicletta con le giuste motivazioni, e con il desiderio di sfidare se stessi, offrendosi l'opportunità di conoscere ancora meglio i propri limiti.
Ed è forse questo, a nostro avviso, il vero senso di ogni viaggio.
In treno con bici al seguito.
Molti cicloturisti in altri paesi europei sono abituati a viaggiare in treno con la propria bicicletta. Questo è possibile, da pochi anni, anche in Italia, basta informarsi negli sportelli Fs.
In treno con la sacca porta-bici.
Esistono in commercio delle sacche nelle quali riporre la bicicletta opportunamente smontata, in genere tollerate dai controllori. Anche in questo caso, in Italia, occorre munirsi del biglietto speciale.
Spedizione per ferrovia.
E' il sistema più pratico per le lunghe distanze. La bicicletta va spedita alcuni giorni prima dalle stazioni abilitate, opportunamente imballata. In Italia questo servizio non è più in funzione.
Spedizioniere.
Rivolgersi ad un corriere è, in genere, un sistema che garantisce sicurezza e puntualità. Oltre al costo, l'unico problema è trovare lo spedizioniere che abbia un corrispondente proprio nella zona che interessa.
Aereo.
Per alcune destinazioni è necessario usare l'aereo. In questo caso la bicicletta può essere trasportata gratuitamente come bagaglio personale (in genere tra borse e mezzo occorre non superare i 20 kg.). Talvolta è necessario imballarla o smontarla.
Automezzo.
Non è, a nostro parere, il mezzo più "ecologico" con il quale muoversi. Tuttavia nel nostro Paese, dove il trasporto della bici sui mezzi pubblici è ben poco agevolato, può rappresentare una soluzione.
Noleggio o agenzia viaggi.
E, infine, per chi desidera evitare il problema trasporto della bici esistono altre possibilità
Il noleggio è molto diffuso in diversi paesi, specialmente nelle zone turisticamente più adatte alle vacanze in bicicletta. Rivolgendosi ad agenzie turistiche specializzate si può, oltre al noleggio, usufruire di combinazioni particolari o partecipare a viaggi cicloturistici guidati.


Ringraziamo gli amici di Viaggiare in Bici per averci ispirato questo post e per averci fornito tante info su questo modo di viaggiare tutto da scoprire: se abbiamo stuzzicato la vostra curiosità e la vostra voglia di provare questa nuova esperienza, sul loro sito troverete tante possibilità per farlo, dai percorsi individuali a quelli di gruppo, ma sempre con la stessa filosofia eco! 



Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento