17/07/12

Marsala: rossa come il vino, bianca come il sale


Marsala è uno dei principali centri della Sicilia per il patrimonio culturale, storico, paesaggistico ed economico. Fondata dai Fenici, ha vissuto poi dominazioni Puniche, Arabe, Normanne di cui porta fieramente i segni.
La città si sviluppa intorno ai due assi viari dell'impianto originario fenicio e poi romano, il cardo e il decumano che si incrociano al centro della città e collegano i quattro antichi ingressi, due dei quali ancora esistenti: Porta Nuovo, ricostruita nel Settecento, e Porta Garibaldi, l'ex Porta di Mare, attraverso la quale nel 1860 i Mille entrarono in città. All'interno di questo quadrilatero ideale, anticamente delimitato da mura di cinta di cui oggi restano solo alcuni resti, si sviluppa il centro storico con il cinquecentesco Quartiere Spagnolo. 
Vi consigliamo di visitare il Palazzo VII Aprile, la Chiesa Madre con la sua ricca facciata barocca, il Monastero di San Pietro nell'antico quartiere ebraico, il Monastero delle suore Benedettine e, per finire, il Convento del Carmine, un vero gioiello architettonico oggi sede dell'Ente Mostra di Pittura Contemporanea.
Sul lungomare cittadino si trova l'ingresso all'insula archeologica di Capo Boneo dove si possono visitare i resti ed i mosaici dell'antica villa Romana.
Ma come sicuramente saprete, Marsala è celebre soprattutto per due cose: l'omonimo vino, e le saline.
Il vino Marsala è uno dei più apprezzati al mondo, frutto delle uve della "fascia mediterranea del sole" dopo anni di invecchiamento in botti di rovere. Non potete esimervi dall'assaggiarlo, degustarlo, godervelo durante la vostra permanenza. Dove? Non avrete che l'imbarazzo della scelta, in città lo troverete dappertutto e sarà facile acquistarne alcune bottiglie da portare a parenti ed amici al ritorno a casa.
Ma Marsala non è solo vino: è anche sale. Qui infatti si trova la "riserva dello Stagnone" con le sue splendide e suggestive saline, da dove parte la Via del Sale. Andate assolutamente a visitare questa zona: lo spettacolo è incredibile, tra la natura, la luce, il bagliore del sale bianco, i lavoratori che utilizzano ancora gli antichi metodi della tradizione, gli uccelli, il cielo, il tramonto...insomma, non potete perdervi questa meraviglia. Visitate i Musei che illustrano i cicli di produzione del sale, molto interessanti.
La laguna è inoltre riserva naturale poichè habitat di numerose specie animali per il ristoro e la riproduzione, tra cui i fenicotteri rosa che sempre più spesso la scelgono come luogo di riposo.
Buon viaggio!


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina

tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento