13/07/12

Alla scoperta delle Gole dell'Alcantara

Photo: Fiorenzo Pepe

Tra le provincie di Messina e Catania si estende un territorio così interessante dal punto di vista naturalistico che è stato istituito un apposito parco per proteggerlo, studiarlo e diffonderne la conoscenza: parliamo del Parco Fluviale dell'Alcantara, che prende il nome dall'omonimo fiume. L'Alcantara nasce sui monti Nebrodi - territorio meraviglioso di cui vi abbiamo già parlato in passato - nei pressi di Floresta, a più di 1000 metri di altitudine. 
Il fiume prese diversi nomi nel corso del tempo a seconda dei popoli che vissero lungo la vallata: "Assinos" per i Greci, "Asines" per Plinio, "Al Qantarah" per gli arabi...Molte furono le dominazioni che si succedettero in questo territorio in quanto la valle dell'Alcantara aveva un grande ruolo strategico poichè percorsa da un'importante arteria interna di collegamento tra Messina e Palermo. Gli effetti di queste numerose dominazioni sono evidenti ad esempio nella cittadina di Randazzo, dove convivevano Greci, Gallo-Italici e Latini e in cui per lungo tempo si parlarono tre lingue a seconda dei quartieri: il greco nel quartiere San Nicola, il latino nel quartiere Santa Maria e il lombardo nel quartiere San Martino.
Ma ciò che maggiormente colpisce di questo territorio sono le impressionanti bellezze naturalistiche e soprattutto le celebri Gole, che traggono origine dalla natura vulcanica dell'Isola. 
I geologi pensano che in epoca remota un piccolo vulcano a nord dell'Etna abbia eruttato facendo arrivare la lava fino al mare: questa immergendosi andò a formare quello che è oggi conosciuto come Capo Schisò. Il percorso tortuoso della lava venne poi successivamente solcato da un corso d'acqua che levigò e pulì la roccia lavica creando le famose Gole: due alte pareti di durissimo basalto caratterizzate da affascinanti forme prismatiche. Solo un tratto delle Gole è oggi accessibile, e noi di Listen to Sicily vi consigliamo assolutamente di avventurarvi in questa escursione che regala emozioni uniche. Dal letto del fiume infatti si può apprezzare tutta la potenza delle due pareti rocciose, alte circa 50 metri, che stringono tra loro una lingua d'acqua.
Tutte le informazioni su come organizzare l'escursione, quando andare e come arrivare le trovate sul sito ufficiale del Parco: www.terralcantara.it.
Vi immergerete nelle acque fredde del fiume (cosa che con questo caldo risulterà estremamente piacevole...) e ammirerete le gole da una prospettiva incredibile!

Buon divertimento!


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina

tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


Nessun commento:

Posta un commento