16/05/12

La Notte dei Musei 2012: tutti gli appuntamenti da non perdere in Sicilia


La notte, specialmente in estate, ha un fascino tutto particolare.
Nella notte tra sabato 19 e domenica 20, in tutta Europa, il fascino notturno entrerà nei musei, che si apriranno gratuitamente al pubblico in un orario insolito e nuovo. 
E' "La Notte dei Musei", e naturalmente ce ne sono tantissimi in Sicilia che aderiscono all'iniziativa.
Volete mettere il piacere di visitare musei meravigliosi, ricchi di tesori, e per di più farlo in un orario inconsueto e senza pagare il prezzo del biglietto? L'occasione è imperdibile!
Ecco l'elenco dei musei in Sicilia, a voi la scelta.

Museo di Mineralogia - via Archirafi 36, 091 23861648
Centro d'Arte Piana dei Colli di Villa Alliata Cardillo - via Faraone 2, 091 6790853
Museo di Zoologia "P.Doderlein" - via Archirafi 16
Chiesa di Sant'Aniano - via Gesù e Maria del Papireto 8
Casa Merlo Galleria Ceramiche Artistiche Siciliane - c.so Vittorio Emanuele 231
Museo Camporeale - Atrio Principe, Camporeale (PA)
Archivio Storico Comunale - via Maqueda 157

Chiesa di Sant'Agata La Vetere - piazza S. Agata La Vetere
MF Museum&Fashion - via Museo Biscari 16
Palazzo della Cultura - via Vittorio Emanuele 121
Museo del Mare - piazza Ognina 149
Museo Belliniano - piazza S. Francesco d'Assisi 3
Castello Ursino - piazza Federico di Svevia
Archivio Storico Comunale - via S. Agata 2
Museo Emilio Greco - piazza S. Francesco d'Assisi 3
Museo della Fabbrica, Monastero dei Benedettini - piazza Vaccarini
Accademia Federiciana - via Borgo 12
Museo San Nicolò - via Umberto I 67, Militello Val di Catania 

MACG Museo d'Arte Contemporanea - viale Segesta, Gibellina (TP)
Belice/EpiCentro della Memoria Viva - viale Empedocle, Gibellina (TP)
Museo Archeologico Baglio Anselmi - via Lungomare Boeo 30, Marsala (TP)

Ad Agrigento:
Istituzione Gianbecchina - c.so Umberto I 1, Sambuca di Sicilia (AG)
Museo Etno-Antropologico della Terra di Zabut "Dott. Vito Gandolfo" - via Panitteri, Sambuca di Sicilia (AG)
Antiquarium comunale "Monte Adranone" - corso Umberto I, Sambuca di Sicilia (AG)
MUDIA Museo Diocesano di Agrigento - via Duomo 96, Agrigento

A Messina:
Museo Archeologico "Santi Furnari" - c.so Francesco Todaro 152, Tripi (ME)

Tempio di Apollo - piazza Pancali, Siracusa

Come vedete, sono tantissimi i musei in tutta l'isola che hanno aderito a questa splendida iniziativa: dai più tradizionali ai più particolari, da quelli più grandi e imponenti a quelli più caratteristici e di nicchia...c'è solo l'imbarazzo della scelta! 
Una bella idea potrebbe essere quella di organizzare un vero e proprio tour dei musei della città in cui vi trovate...Alcuni si limitano ad aprire i battenti, altri arricchiscono la propria offerta con un programma ricco di eventi culturali, mostre, manifestazioni e spettacoli.
Per avere tutte le info dettagliate e aggiornate, museo per museo, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale www.lanottedeimusei.it.
Buon divertimento!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia






15/05/12

Infiorata 2012: a Noto il più incredibile tappeto di fiori!



Immaginate un vero e proprio tappeto di fiori grande quanto una strada. 
Immaginate i disegni più fantasiosi e colorati di artisti infioratori di fama mondiale. 
Immaginate i più bei palazzi barocchi, con i loro balconi riccamente decorati a fare da cornice al tutto. 
Ecco a voi l'Infiorata di Noto, la celebre manifestazione che da 26 anni attira migliaia di visitatori, turisti e curiosi nella bella cittadina siciliana per festeggiare la primavera.
Ogni anno, la terza domenica di maggio, la via Nicolaci esplode in un tripudio di colori e profumi con la realizzazione di un tappeto floreale ogni anno diverso, che può essere ammirato e fotografato da sabato mattina a domenica notte. 
Quest'anno l'Infiorata si svolge nell'ambito della manifestazione Primavera Barocca: oltre ad assistere a questa meraviglia floreale potrete dunque godervi anche le altre manifestazioni musicali, culturali e di danza che animeranno la città in vari punti.
Ecco il programma per intero, che potrete consultare anche sul sito ufficiale del Comune di Noto:




Noi di Listen to Sicily vi abbiamo già parlato della bella cittadina di Noto in parecchie occasioni: qui e qui potete rinfrescarvi la memoria. Ma soprattutto non perdetevi il percorso della città con le nostre audio guide: come sempre, gratuite e facili da scaricare in MP3!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


14/05/12

5 proposte per risparmiare in viaggio

Photo: www.visitberlin.de

Oramai lo sapete: noi di Listen to Sicily siamo convinti che per viaggiare bene non occorra spendere molto. Ne abbiamo parlato parecchie volte nei nostri post (qui e qui, per esempio), ma i consigli per andare al risparmio non sono mai troppi, soprattutto di questi tempi! 
Quindi ecco qualche idea...

1. Scambio di casa o "Housesitting" - Per vivere come una persona del posto e non sborsare neanche un euro di albergo, basta scambiare la propria casa con quella di qualcuno che vive nel luogo che volete visitare. Stando in un'abitazione privata piuttosto che in un hotel si ha modo di immergersi al 100% nella vita locale e risparmiare parecchi soldi! Un'altra idea è quella dell'Homesitting: affittare la vostra casa mentre siete via: in questo modo qualcun altro pagherà il vostro affitto o mutuo mentre siete in giro per il mondo, e voi potrete investire in viaggio i soldi risparmiati!

2. Scegliere i trasporti giusti - Ad esempio, il treno al posto dell'aereo per alcune tratte può essere davvero conveniente, senza contare che è un mezzo di trasporto romantico, che permette di ammiare il paesaggio e godersi i tempi di spostamento come parte del viaggio a tutti gli effetti.

3. Scegliere il momento giusto - Ovvero, la bassa stagione! Tutto, dagli hotel alle escursioni organizzate, avrà costi nettamente inferiori.

4. Camping! - Il campeggio è un'esperienza molto divertente, ci fa sentire quasi tornati bambini e ci fa vivere a stretto contatto con la natura: non c'è nulla come una notte sotto le stelle, la vita all'aria aperta e il senso di libertà che danno una tenda o un camper.

5. Lavorare - Sembrerebbe un paradosso: vacanze o lavoro?!? Ma se siete a corto di soldi, la vacanza-lavoro può essere una soluzione; trovare un lavoro stagionale all'estero dà l'opportunità di conoscere a fondo la cultura di un paese diverso dal nostro. In Europa non è più un problema, ma anche Australia, Nuova Zelanda e Giappone offrono visti specifici per vacanze-lavoro.

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina 

tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


10/05/12

8 destinazioni dove è ancora possibile viaggiare al risparmio

Photo: www.beliceweb.it

L' estate 2012 è alle porte e si inizia a pensare all'organizzazione delle tanto sospirate vacanze. Noi di Listen to Sicily naturalmente vi consigliamo di fare un giro nella nostra bella Sicilia, ma per chi ha voglia di mete più esotiche e lontane, abbiamo stilato una classifica delle otto destinazioni in cui è ancora possibile viaggiare risparmiando.
Secondo la Lonely Planet, guida guru dei veri viaggiatori, esistono infatti una serie di Paesi che permettono di spendere davvero pochi euro al giorno per godersi una delle più indimenticabili vacanze della vita.
Ecco a voi le otto destinazioni top:

1. INDIA
L'India è da sempre considerata una destinazione economica, e a ragione! Questo non è solo il paese di Bollywood e delle escursioni a dorso d'elefante, ma può regalare molto di più. Dopo una visita al Taj Mahal, fate rotta verso nord; andate alla scoperta del Ladakh, con le sue cime imponenti e l'aria freschissima. E' una meta ancora poco battuta dal turismo di massa e il costo per dormire, mangiare e spostarsi è veramente esiguo. Oppure dirigetevi verso la Baia del Bengala, per un pò di surf a Port Blair a prezzi stracciati. Avventure ed emozioni assicurate!

2. NEPAL
Anche il Nepal, culla dell'Everest e degli sherpa, è una destinazione notoriamente low cost. Gli itinerari spettacolari e i bassissimi costi per alloggiare nei villaggi faranno di un trekking in Nepal un'esperienza che può durare parecchi giorni senza pesare sulle finanze. E, provare per credere, è uno dei posti più affascinanti al mondo!

3. INDONESIA
Rimanete alla larga dai classici resort e dalle cosiddette "trappole per turisti" che abbondano anche qui. Scegliete piuttosto un viaggio fai da te, rilassatevi sulle spiagge immacolate o datevi al surf tra le onde. Si spende davvero molto poco.

4. POLONIA
Qualche tempo fa tutti i paesi dell'Est Europa erano molto economici. Successivamente alcuni di essi si sono aperti al turismo e i prezzi sono lievitati in maniera esponenziale; la Polonia, tuttavia, resta una destinanzione abbastanza a buon mercato. Ma vi consigliamo di approfittarne adesso: con l'ingresso nell' Unione Europea la Polonia è in ascesa, e questo potrebbe portare a un aumento dei prezzi nei prossimi anni.

5. LAOS
Il Laos è un piccolo paese del sud est asiatico, confinante con la vicina e più turistica (quindi più cara!) Thailandia. Ma in quanto a bellezza ed emozioni non ha nulla da invidiare alla sua vicina, anzi: con un budget molto limitato potrete avere tutto ciò che vorrete e sarete liberi di raggiungere valli incontaminate e costeggiare il fiume Mekong andando di villaggio in villaggio.

6. HONDURAS
Siete amanti delle immersioni subacquee? L'Honduras fa davvero per voi. Spendendo molto poco al giorno per dormire e ancor meno per mangiare vi ritroverete alle porte del Mar dei Caraibi, liberi di fare immersioni o godervi le spiagge dorate. Ma, come abbiamo già detto per la Polonia, anche l'Honduras è in via di sviluppo: conviene andarci quanto prima per evitare una brusca impennata dei prezzi.

7. MAROCCO
Immergetevi nelle atmosfere del Marocco, dei suoi mercati colorati, dell'allegro mercanteggiare dei suoi abitanti: questo paese dalla ricca cultura non richiede un altrettanto ricco budget per essere visitato e apprezzato, anzi.

8. GIORDANIA
Una meta d'obbligo del Medio Oriente, famosa soprattutto per la splendida città di Petra. Le sistemazioni in albergo sono veramente economiche e si mangia con pochi spiccioli, senza contare che da qui è facile raggiungere anche un'altra destinazione altrettanto economica, l'Egitto.

Buon viaggio!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

09/05/12

In giro per Palermo: i monumenti da non perdere #2

Photo: www.teartiemusei.com

Dopo il post di ieri, in cui vi abbiamo parlato della Cattedrale, dei "Quattro Canti" e della Fontana Pretoria, Listen to Sicily vi accompagna oggi alla scoperta di altre bellezze architettoniche di Palermo (per il momento vi accompagnamo solo per iscritto, in attesa di regalarvi le audio guide anche di Palermo!).
Una tappa imperdibile è il Palazzo dei Normanni: all'estremità di via Vittorio Emanuele, tra due grandi piazze alberate, il palazzo fu residenza dei sovrani normanni durante il Medioevo, per poi essere utilizzato e ristrutturato dai Vicerè spagnoli nel corso della loro dominazione in Sicilia: questo avvicendarsi di popoli spiega la varietà architettonica del palazzo, oggi sede del Parlamento siciliano.
La visita di Palazzo dei Normanni vi mostrerà la splendida sala settecentesca in cui l'assemblea politica tuttora si riunisce, e una serie di altri saloni appartenenti all'originario palazzo normanno - gli appartamenti reali - con incredibili mosaici a fondo oro. Nella bella stagione le terrazze ospitano spesso spettacoli e concerti, informatevi sul programma.
Sempre all'interno del Palazzo dei Normanni, non perdetevi la visita alla Cappella Palatina, una delle più preziose della città, risalente al XII secolo e recentemente restaurata. E' piccola ma ricchissima di decorazioni, mosaici dell'epoca bizantina, e impreziosita dal soffitto in legno - originale del 1100! - lavorato dagli islamici con la tecnica "a muquarnas" (ad alveoli) tipica delle moschee. E, ancora, date un'occhiata al pulpito in marmo con intarsi in malachite e porfido, e al candelabro pasquale, alto oltre quattro metri e ricco di decorazioni e sculture.
Lasciato Palazzo dei Normanni, è il momento di godersi lo splendido Teatro  Massimo. Famoso in tutto il mondo, il teatro dell'opera di Palermo è intitolato a Giuseppe Verdi ed è considerato il capolavoro supremo dell'architetto Giovanni Battista Basile che lo realizzò a fine Ottocento in stile Liberty.
Con la sua estensione di 7000 mq (!) è il più grande teatro d'Italia (e uno dei più grandi d'Europa). Se potete, cercate di assistere a uno degli spettacoli di opera e balletto: non ve ne pentirete!
L'ultimo monumento che vogliamo consigliarvi di visitare è San Giovanni degli Eremiti. Era la chiesa di un Monastero benedettino voluto da re Ruggero II nel 1136 e realizzato da maestranze arabe che ne hanno determinato la particolare forma squadrata e le cupolette rosse, tipiche dell'architettura islamica. Forse parte dell'edificio fu utilizzata un tempo come moschea. La chiesa è oggi sconsacrata, ma conserva intatto tutto il suo fascino.
E adesso, qualche informazione "di servizio" per aiutarvi ad organizzare il percorso palermitano che vi abbiamo proposta tra ieri e oggi! 
Ecco gli indirizzi e gli orari di apertura:

Cattedrale: via Vittorio Emanuele, tel. 091 334376
Orari: da lunedi a sabato 7-19; domenica e festivi 8-13 e 16-19. Area monumentale da lunedi a sabato 9,30-17,30. Il biglietto d'ingresso costa € 3.

Palazzo dei Normanni: l'ingresso riservato ai turisti si trova in piazza Indipendenza. Orari: da lunedi a sabato 8,15-17,45, domenica e festivi 8,15-13. Controllate comunque sul sito www.federicosecondo.org.

Cappella Palatina: si può visitare dal lunedì al sabato 8,15-17,45, mentre è chiusa la domenica e nelle feste comandate dalle 9.45 alle 11.15. Anche il prezzo d'ingresso varia: € 8,50 dal venerdi al lunedì, € 7 dal martedi al giovedi (perchè in questi giorni nonè consentito l'accesso agli appartamenti reali).

Teatro Massimo G. Verdi: piazza Verdi. Visite guidate dal martedi alla domenica ore 10-15, biglietto € 8.

San Giovanni degli Eremiti: via dei Benedettini 20. Da martedi a sabato 9-19, lunedi e festivi 9-13,30, biglietto € 6.

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

08/05/12

In giro per Palermo: i monumenti da non perdere #1

Photo: www.globeimages.com

Palermo vi affascinerà con la sua nobiltà, aristocraticità e ricchezza di stili architettonici: qui si sono succeduti arabi, normanni e spagnoli lasciando il loro segno indelebile e rendendo il capoluogo della Sicilia una delle più affascinanti città in cui vi ritroverete a passeggiare.
L'emblema di questo magico mix di stili è la Cattedrale, che combina in singolare armonia lo stile normanno dell'inizio dei lavori con i successivi innesti architettonici: la cupola del Settecento e le absidi medievali dai caratteristici archi intrecciati, e, ancora, le statue cinquecentesche di santi che adornano l'interno.
Visitate la cappella che ospita le tombe di alcuni importanti re siciliani e dell'imperatore Federico II di Svevia, e il reliquiario di Santa Rosalia, patrona della città.
Lasciata la cattedrale, dirigetevi nella splendida piazza Vigliena. E non stupitevi se, chiedendo indicazioni ai passanti per raggiungerla, vi capiterà di incontrare gente che non sa di cosa stiate parlando! I palermitani la chiamano semplicemente piazza dei "Quattro Canti", o a volte "Teatro del Sole" in onore della luce incredibile che assume al tramonto. Vi trovate all'incrocio tra la più antica strada di Palermo, via Vittorio Emanuele, e via Maqueda: su ciascuno dei quattro angoli troneggia un fastoso apparato barocco di statue e fontane. Si narra che nel 17° secolo, epoca della nascita di questa piazza, le quattro "quinte" barocche servissero a celare agli occhi dei nobili passanti le brutte e sporche baracche del popolo che si estendevano a ridosso dei palazzi aristocratici.
A pochi passi dai Quattro Canti si trova la Fontana Pretoria, risalente al Cinquecento. Con le sue vasche scenografiche collegate da ponticelli e decorati con statue di divinità e personaggi mitologici, la fontana è il monumento più fotografato e ammirato della città. Fu commissionata inizialmente dal nobile Luigi di Toledo, che tuttavia poi, spinto dai debiti, fu costretto a venderla al Senato. Era il 1957 e la fontana giunse a Palermo smontata in ben 644 pezzi! Era così imponente che per poterla sistemare nella piazza del municipio fu necessario demolire alcune costruzioni circostanti. La piazza e la fontana vennero conosciute anche con l'appellativo "della Vergogna": per la presenza di statue nude o per stigmatizzare la corruzione di alcuni vertici comunali?
Il nostro giro per Palermo per oggi finisce qui...A domani con un post che vi accompagnerà alla scoperta di altre meraviglie del capoluogo siciliano: Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, il Teatro Massimo, San Giovanni degli Eremiti...
Stay tuned!


Scopri 
qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia



07/05/12

Il ritorno della granita. Curiosità e storia della più tipica colazione siciliana.

www.traveldifferent.it

Anche quest'anno ci siamo: la primavera siciliana è al massimo del suo splendore e l'estate è alle porte, e puntuale come sempre torna il rito della granita da gustare (magari per colazione, accompagnata dalla tipica "brioscia") comodamente seduti al tavolino di un bar. 
Ma quali sono le origini e le curiosità che girano attorno a questa bontà tutta siciliana?
Spesso capita che le specialità più note e apprezzate, più diffuse e amate, vengano contese tra diversi luoghi e che più città ne rivendichino le origini, dando vita a volte a situazioni di bonaria rivalità. Per la granita, questo non è mai avvenuto: che la granita sia una specialità tipicamente siciliana è un dato di fatto che nessuno metterebbe in discussione. E' vero, la "granita" esiste in tutta Italia e in tutta Italia si può gustare ma...chi ha assaggiato la vera granita siciliana sa di cosa stiamo parlando!
La granita nasce in seguito a parecchi esperimenti: le primissime "granite" pare che fossero realizzate cospargendo la neve di sciroppo: al Caffè Orientale del Cav. Civello vengono esposte le prime, rudimentali macchine per la produzione della granita. Oggi le macchine per produrla sono automatiche e moderne, ma è la mano del pasticcere a fare la differenza! La granita siciliana infatti è cremosa al punto giusto, mai troppo ghiacciata, e va continuamente mescolata per non farla rapprendere.
Per quanto riguarda i gusti, poi, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Mandorle, pistacchio, gelsi, caffè, cioccolato, limone...
Non avete già l'acquolina in bocca?

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


04/05/12

Il 2 e 3 giugno a Modica Si Birra insieme!


Cosa c'è di meglio di una bella birra ghiacciata per rinfrescarsi dai primi caldi e rilassarsi con gli amici?
Se amate la bionda (ma anche la rossa e la scura!) non potete perdervi "Si Birra Insieme", la festa della birra che si terrà a Modica il 2 e 3 giugno e che ha un programma ricco e fitto fitto di appuntamenti, attrazioni e intrattenimento.
Dal bunjee jumping alle escursioni a cavallo, dagli elicotteri alle moto avrete solo l'imbarazzo della scelta. 
Ma è ovviamente la birra ad essere la protagonista principale di questi due giorni, pronta da gustare in abbimanento con i prodotti tipici del territorio: il celeberrimo cioccolato di Modica, formaggi DOP, dolci, frutta e ortaggi di stagione. E nell'area Orto-Show saranno distribuiti (gratis) 2 kg di eccellenze agroalimentari...un'occasione ghiotta!
Ecco la piantina dell'expo:


Tutte le info potrete trovarle sul sito ufficiale www.sibirra.it.
E se vi è venuta voglia di approfittare di Si Birra Insieme per visitare Modica, non dimenticate di scaricare gratuitamente le audio guide di Listen to Sicily che vi guideranno in giro per la bellissima cittadina del sud-est siciliano; scegliete qui l'alloggio più adatto alle vostre esigenze e tenete conto che alcune strutture propongono delle offerte apposite in occasione della festa della birra.
Un esempio?
All' hotel Torre del Sud  il pernottamento per due notti in camera doppia, comprensivo di colazione a buffet e due mezze pensioni bevande incluse costa € 149 a persona.
Non ci resta che augurarvi quindi...buona birra!

Scopri
 qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia