23/01/12

Listen to Sicily è un sito a impatto zero!


Da oggi Listen to Sicily è un sito a impatto zero!
Cosa significa? 
Significa che le emissioni di CO2 prodotte dal nostro sito vengono assorbite e bilanciate dall'albero che abbiamo appena piantato, grazie alla bellissima iniziativa "Il mio blog è CO2 neutral", proposta da DoveConviene.it e iplantatree.org.
Noi di Listen to Sicily siamo particolarmente attenti all'ecosostenibilità, all'ecologia e alla promozione di uno stile di viaggio e di vita che sia rispettoso dell'ambiente e della natura, quindi quando gli amici di DoveConviene ci hanno contattato proponendoci di aderire, non ci abbiamo pensato due volte!
L'iniziativa è molto semplice, gratuita per i blogger e dall'effetto benefico garantito: il blogger dichiara la sua disponibilità ad abbattere l'impronta ecologica del proprio sito e DoveConviene.it, in collaborazione con iplantatree.org, provvederà a piantare un albero in zone soggette a processi di riforestazione.
Noi non lo sapevamo, ma abbiamo scoperto che ogni anno un blog o un sito internet producono in media 3,6 kg di anidride carbonica, un albero invece è in grado di assorbirne ben 5 kg annui!
Invitiamo quindi tutti i blogger che ci seguono, e chiunque abbia un proprio sito internet, a fare come noi: aderire è molto semplice e veloce, e soprattutto fa bene al pianeta!
Per maggiori informazioni si può consultare questo link.

11/01/12

Sciare in Sicilia: tutti sull'Etna!




Avete sempre pensato alla Sicilia come meta perfetta solo per le vostre vacanze estive, con spiagge da sogno, mare blu, sole e movida sotto le stelle nelle notti tiepide d'agosto? 
Ricredetevi! 
La Sicilia a gennaio è la meta perfetta per i vostri week end sciistici sul vulcano attivo più alto d'Europa, l'Etna. Già da qualche settimana “' a muntagna” è imbiancata e gli impianti aperti, e potrete sciare guardando il mare: un'esperienza indimenticabile.
Ecco le dritte di Listen to Sicily per il vostro week end di sport invernali.
I versanti dell'Etna su cui è possibile sciare sono due, Etna Sud (Nicolosi) ed Etna Nord (Linguaglossa).
In totale potete percorrere circa 10 km di piste tra rosse e azzurre, per l'esattezza quattro rosse (Montagnola, Piano dell'Omino, Piccolo Rifugio e Monti Silvestri) e una azzurra (Montagnola). Generalmente gli impianti sono aperti dalle 9 alle 16 e potete scegliere l'abbonamento skipass che preferite: il giornaliero costa circa € 23, mentre per la mezza giornata (mattina o pomeriggio) vi basteranno circa € 15.
Quale dei due versanti scegliere?
Il versante sud (Nicolosi) è quello che è stato maggiormente danneggiato dalle eruzioni del 2001 e del 2002, che fortunatamente hanno risparmiato lo storico Rifugio Sapienza, punto di partenza per la visita dei crateri sommitali del vulcano. Oggi le piste del versante sud sono servite dalla modernissima cabinovia 6 posti Rifugio Sapienza - Montagnola, frutto della ricostruzione.
Il versante nord (Linguaglossa), con la stazione sciistica di Piano Provenzana, è invece quello maggiormente favorito dalle condizioni metereologiche: è qui che si può sciare guardando il mare blu sullo sfondo, le piste sono ben battute e il manto nevoso è quasi sempre in ottime condizioni. Gli impianti sciistici tuttavia, sono meno moderni e funzionali rispetto al versante sud.
Per tutte le informazioni pratiche e logistiche sulle piste, il meteo, il manto nevoso e tanto altro consultate il sito dello Sportclub Etna Sci: è il punto di riferimento per gli sciatori e tutti gli appassionati di sport invernali con destinazione Etna. 
Per conoscere le condizioni della neve potete chiamare anche la Funivia dell'Etna al numero +39 (0)95 914141.
E dopo una bella sciata o discesa sullo slittino (o anche dopo una battaglia a palle di neve, perchè no?...non è detto che tutti gli amanti della neve siano anche sportivi!) quello che ci vuole è una pausa rigenerante per una buona cioccolata calda o – meglio ancora! - una buona cena a base di specialità tipiche siciliane.

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina 
tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

09/01/12

Il mare d'inverno: destinazione Cefalù



E da oggi si ricomincia! L'Epifania "che tutte le feste porta via" è già un ricordo, e questo lunedì 9 gennaio è il "lunedì dei lunedì": niente più ponti nè feste all'orizzonte, si ricomincia il solito tran tran quotidiano a tempo pieno.
Ma ci sono sempre i week end! E noi di Listen, con inguaribile ottimismo, pensiamo già al prossimo e vi proponiamo una destinazione poco usuale in inverno ma proprio per questo interessante e unica: Cefalù.
Se nel corso delle vostre ultime vacanze in Sicilia l'avevate vista nella sua versione estiva, dedicandovi prevalentemente alle spiagge, alla tintarella e a un breve passaggio in hotel o bed and breakfast prima di tuffarvi nella movida notturna fatta di ristoranti, cene tipiche siciliane, drink e locali, adesso è arrivato il momento di apprezzarne altri aspetti che magari avevate tralasciato.
Avvicinandosi alla città, da qualunque direzione si provenga, salta subito all'occhio la bellezza del territotio su cui sorge, ma quest'ultimo è solo la cornice di meraviglie ancora superiori che la città custodisce al suo interno, grazie all'opera di artisti e architetti che vi hanno operato: passeggiare per Cefalù è come immergersi nella sua storia, ammirando monumenti e opere uniche al mondo
La prima tappa che vi consigliamo è l'Osterio Magno, complesso monumentale risalente al tredicesimo secolo, che fu residenza dei Ventimiglia, Marchesi di Geraci, ricchissima e potente famiglia che operò un ruolo di rilievo nella storia di Cefalù. Arrivarono persino a governare la città interferendo con il potere della Chiesa e proprio a loro si deve la costruzione di alcuni tra i più begli edifici della zona: la parte antica di Porta Pescara, la Torre di Porta Ossuna, e perfino la Cattedrale.
La Cattedrale di Cefalù è senza alcun dubbio il monumento più importante della città: vi consigliamo di non perdervela e di visitarne l'interno, dove potrete ammirare il mosaico bizantino che ne contraddistingue l'abside, la croce in legno dipinta dall'artista Guglielmo Pesaro nel quindicesimo secolo e gli splendidi stucchi barocchi. 
Accanto alla Cattedrale c'è uno splendido Chiostro. La tradizione narra che il sagrato sia stato realizzato addirittura con la terra santa di Gerusalemme, portata in città da Ruggero II: che sia vero o no, il monumento vale comunque una visita!
Passeggiando per le strade di Cefalù resterete stupiti anche dalla bellezza del barocco: date un'occhiata alla Chiesa delle Anime Purganti o al Monte di Pietà, risalenti al diciassettesimo secolo.
Se siete amanti dell'arte poi, non perdetevi il Museo Mandralisca, che ospita un'interessante collezione archeologica, una biblioteca storica e una pinacoteca all'interno della quale potrete ammirare il "Ritratto d'Ignoto" di Antonello da Messina.
Non siete ancora stanchi? Prima di lasciare Cefalù andate a visitare, a pochi chilometri dal centro, la bella Chiesetta di San Biagio con la sua cappella affrescata nel tipico stile della scuola pittorica siciliana del tredicesimo secolo. A Settefrati invece troverete la torre del Castello Ortolani di Bordonaro, che in origine era dimora della famiglia Duca e che oggi appartiene al Comune grazie alla donazione di Gabriele Ortolani, Barone di Bordonaro e Principe di Torremuzza.
E visto che Listen to Sicily non è (...ancora!) arrivata a Cefalù con le sue audioguide gratuite in MP3, per il momento potete visitare il sito istituzionale del Comune di Cefalù per avere maggiori info sulla città.
E anche se siamo ancora a lunedì...buon divertimento!

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina 
tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia