14/12/11

La pasta alla Norma, tra leggende e storia


-->
Come tutte le città siciliane, Catania ha la sua cucina tipica, particolarmente ricca e diversificata, con piatti che riflettono le tradizioni e la storia della città.
Tra questi, il più caratteristico e sicuramente uno dei più appetitosi, è la famosa pasta alla Norma.
Come tutti sanno, la ricetta fu inventata come omaggio alla celebre Norma del Bellini: ma quale tra le tante leggende che ne narrano l'origine è quella che corrisponde a verità?
Secondo alcuni, pare che a battezzare così il piatto sia stato il commediografo catanese Nino Martoglio che davanti a una simile prelibatezza si lasciò sfuggire l'esclamazione “È una Norma!”, accostando la bontà del piatto alla bellezza dell'opera belliniana. Un piatto degno delle migliori arie operistiche, insomma!
Un'altra storia narra invece della nascita della pasta alla Norma la stessa sera in cui a Catania si tenne la prima assoluta dell'opera del Bellini. La città etnea vide dunque la nascita di due opere d'arte nella medesima sera, due capolavori che rimasero indimenticabili e che tutt'ora lo sono, l'una nei teatri di tutto il mondo, l'altra sulle tavole e nei ristoranti della città: oggi la pasta alla Norma è amata da tutti i siciliani e dai tantissimi viaggiatori che nel corso della loro tappa a Catania non possono fare a meno di assaggiarla per non dimenticarla mai più!
E per chi volesse cimentarsi ai fornelli, magari in occasione di una delle tante cene pre-natalizie che affollano le nostre agende in questo periodo, ecco la ricetta.

Ci vogliono:
500 grammi di pasta corta
1 chilo pomodoro maturo per salsa
4 melanzene
Un ciuffo di basilico
2 spicchi d’aglio
Olio
Sale e pepe q.b.
Ricotta salata

Si fa così:
Soffriggere l’aglio intero e aggiungere al soffritto il pomodoro lavato e tagliato a pezzi con qualche foglia di basilico. 
Aggiustare di sale e pepe e far cuocere a fuoco basso. 
Quando il pomodoro sarà appassito, toglierlo dal fuoco,  passarlo al setaccio e mettere da parte la salsa ottenuta.
Sciacquare le melanzane, togliere il picciolo e tagliarle a fette o a cubetti; quindi friggerle in abbondante olio e riporle su carta assorbente da cucina.
Cuocere la pasta al dente, amalgamarla con la salsa di pomodoro e servire adagiandovi sopra le melanzane fritte, qualche foglia di basilico e una bella spolverata di ricotta salata grattugiata al momento.

Buon appetito!


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


Nessun commento:

Posta un commento