18/12/11

Da Palazzolo Acreide a Siracusa, passando per Noto: lasciatevi stupire dal Barocco

Foto di Marco Garro - Licenza Creative Commons

Se amate le opulente forme dell'architettura barocca, l'itinerario che vi proponiamo in questo post fa decisamente per voi. 
Le città del Val di Noto rappresentano infatti l'apice e la fioritura dell'arte barocca in Europa: partiremo da Palazzolo Acreide per arrivare a Siracusa, non senza aver fatto una tappa nella splendida Noto, il "Giardino di Pietra".

Palazzolo Acreide

Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, è un'ottima base di partenza per il nostro percorso a sud-est. Sono tanti i motivi di interesse per questa cittadina barocca: quello archeologico e paesaggistico (il sito dell'antica Akrai greca), quello monumentale della città odierna (chiese e palazzi barocchi), quello folkloristico e culturale (le feste religiose, le sagre, il Carnevale di antica tradizione). Dopo una sosta nella piazza cittadina, magari ai tavoli di uno dei caffè che si affacciano sulla facciata della chiesa madre, proseguiamo l'itinerario e raggiungiamo Noto.

Noto


Noto (qui potete scaricare gratis le audio guide in MP3) è un piccolo gioiello barocco arroccato su un altipiano che domina la Valle dell'Asinaro, in una zona ricca di olivi, mandorli e agrumeti. Noto, detta anche "Giardino di Pietra", deve la sua bellezza alla ricostruzione che se ne fece dopo il terribile terremoto del 1693: la città venne ricostruita come la scenografia di un teatro, studiando la prospettiva in modo singolare, giocando con le curvature delle facciate, con i putti barocchi che scrutano i passanti da sotto i balconi, con i parapetti in ferro battuto e con la pietra calcarea locale che ammanta i palazzi di una tinta inimitabile, dorata e rosata, alla luce del tramonto.
Sappiamo che in questo momento la primavera è lontana, ma se verrete in Sicilia in maggio non perdetevi l'evento principe per la città: l'Infiorata, con il selciato della via che si trasforma in un incredibile tappeto di petali variopinti, disposti ad arte dagli artisti locali a formare ogni anno un incredibile disegno, ogni volta diverso.
E infine, lasciata Noto, eccoci a Siracusa, metropoli dell'antichità e centro della storia e della cultura mediterranea per secoli.


Siracusa


Siracusa è una tappa imprescindibile nel nostro itinerario barocco. Città di mare, Siracusa si allunga nella baia con l'isola di Ortigia.
La città evoca immediatamente il suo passato greco, i fasti, i tiranni e le rivalità con Atene: l'antico teatro greco esprime tutte queste sensazioni e ci trasporta indietro nel tempo di secoli.
L'isola di Ortigia, invece, mostra tutto il suo splendore tra i palazzi barocchi, le antiche mura spagnole, e il mare con il suo Porto Grande che in passato fu teatro di imponenti battaglie. 
Non perdete una visita al castello Maniace, sulla punta estrema dell'isola di Ortigia, e una puntata al Belvedere S. Giacomo con la sua vista mozzafiato.
E infine, piazza Duomo: delimitata dai bei palazzi barocchi e dalla chiesa del Duomo, questa piazza assume un'atmosfera particolarmente suggestiva al tramonto e al calar della notte. 
Il Duomo, bellissimo e imponente, sorge sui resti dell'antico tempio dorico dedicato alla dea Athena.


Questo è solo un assaggio di quello che potrete vedere percorrendo questo itinerario barocco: ci sono innumerevoli chiese, strade, vicoli e leggende, scorci e palazzi, statue e dipinti...A voi scoprirli!

Nessun commento:

Posta un commento