07/11/11

Modica: preparatevi a sentire le farfalle nello stomaco!




Come narra la leggenda, c'era una volta un giardino magico in cui le farfalle volavano sprigionando tutta la loro bellezza, tanto che con la bellezza delle loro ali riuscivano a trasformare in diamanti e pietre preziose tutto ciò che toccavano. Si lasciavano ammirare dagli uomini solo in primavera, e solo per un attimo, perché era impossibile non restare abbagliati dai riflessi delle loro ali.
Oggi è possibile rivivere la magia di questa leggenda nella Casa delle farfalle di Modica, dove numerose volano in libertà.

All’interno di una serra di 120 metri quadrati, con il supporto di esperti biologi è stato riprodotto fedelmente l’habitat ideale per le farfalle, 300 in tutto, riferibili a più di trenta specie diverse. Un eden suggestivo dominato dal verde delle piante, offerte da Careno Garden House, e dalla miriade di colori delle innumerevoli farfalle, che tra un volo e l’altro si poggiano tra la gente, emozionandola e offrendo un’esperienza suggestiva.
Durante il percorso entrando nella serra dove le farfalle sono inserite in un ambiente ricreato appositamente per loro, si possono condividere alcuni dei momenti più significativi, come la trasformazione da bruco a farfalla, esempi di colorazione e trucchi di sopravvivenza.
Visitare La casa delle Farfalle, significa sensibilizzare bambini, ragazzi e adulti al mondo della natura, riscoprirne l'eleganza, le forme, i disegni e i colori.
Un museo vivente, dove è possibile educare all'ambiente, studiarlo e ammirarlo, ottimo per la magia degli innamorati, per il divertimento della famiglia, e per lo studio didattico, attraverso l’aiuto delle guide pronta a spiegare e a rispondere a tutte le domande.

Se non avete ancora visto la Casa delle Farfalle approfittatene: rimarrà aperta a Modica sino a oggi 7 novembre e resterà aperta dalle ore 9.00 alle 21.00. Ingresso tre euro.

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento