29/11/11

In giro per l’Europa alle porte del Natale..



Siamo ormai a dicembre e l’atmosfera natalizia ha già invaso le strade di molte grandi città.
Tra temperature fredde e prime nevicate per tutto il mese di dicembre ci sono eventi davvero imperdibili.
Quindi se avete in mente di organizzare un viaggetto o un weekend vi proponiamo qui seguito le feste più strane ed affascinanti che regalano un aspetto nuovo e magico ad alcune grandi città d’Europa!

 

SAN NICOLA-AMSTERDAM


Il 5 dicembre, in tutta Olanda, si festeggia l’arrivo di San Nicola. Accolto a metà novembre da una folla festante in piazza Dam e celebrato in tutta la città con parate, musica e canti, nella notte tra il 5 e il 6 dicembre, San Nicola farà il giro di tutta la città, accompagnato dai fedelissimi Zwarte Pieten, i suoi aiutanti, per portare doni ai bambini buoni.
Insieme ad una carota per il cavallo e una mela per gli Zwarte Piet, i bambini, la sera del 5 dicembre preparano una scarpa davanti al camino o sull'uscio di casa attendendo il Santo che arrivi per distribuire dolci e regali.
Ma che Natale è senza un albero che si rispetti?Ad Amsterdam lo sanno bene! Quello più imponente sarà installato dal 6 dicembre fino al 6 gennaio in Piazza Dam insieme a molti altri in luoghi famosi della città.
Altri appuntamenti imperdibili quello con il tradizionale mercato dei fiori tra le piazze Muntplein e Koningsplein, con i suoi intensi profumi di pino, agrifoglio, vischio e fiori..per non parlare delle buonissime frittelle, le poffertjes!!!


ESCALADE FESTIVAL- GINEVRA


Nella notte tra l'11 e il 12 dicembre del 1602 una truppa di soldati sabaudi attaccarono la città di Ginevra cercando di scavalcare le mura. 
Il duca di Savoia tentava così di riconquistare i possedimenti ginevrini che aveva perso. Il combattimento fu duro ma i ginevrini difesero la loro città con coraggio ed eroismo.
Dall'anno successivo a Ginevra si ricorda questa giornata vittoriosa festeggiando con un corteo commemorativo, in cui i partecipanti, illuminati dalla luce di fiaccole e fiamme e vestiti con costumi d'epoca, attraversano il centro storico che si snoda lungo entrambe le sponde del Rodano. 
Giunti alla cattedrale, i partecipanti intonano canzoni patriottiche e la cerimonia termina con una grande esplosione di gioia.
Tra gli stand tantissime varietà di delizioso cioccolato da assaggiare e acquistare, oltre ad un'infinità di dolci della tradizione svizzera.


SANTA LUCIA-STOCCOLMA


In Svezia, all’alba del 13 dicembre, migliaia di bambine con una veste bianca, una candela accesa in mano e una coroncina di candele elettriche in testa, celebrano i festeggiamenti di Santa Lucia.
Processioni guidate da bambine che impersonano Lucia seguite da damigelle e paggetti che indossano vesti bianche e cappelli con stelle dorate. Lucia e le sue damigelle donano brioche allo zafferano e biscotti allo zenzero agli spettatori.
Durante il periodo natalizio le case vengono addobbate con decorazioni in paglia, con fiori rossi e dolcetti speziati che poi vengono appesi sull’albero di Natale che si addobba il giorno prima della festa.
Sul davanzale di ogni finestra: un mazzo di spighe di grano.
Stoccolma nel periodo natalizio assume un’aria affascinante.


Da non dimenticare inoltre il Chocolate Festivale di Londra dal 9 all'11 dicembre e la Festa delle luci a Lione da giorno 8 all’11 dicembre. 


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

28/11/11

Mucatoli..che bontà!!!


La provincia di Ragusa come del resto tutta la Sicilia ha una lunghissima tradizione per quanto riguarda l’area gastronomica.
I prodotti tipici tramandati di padre in figlio sono davvero innumerevoli e il capitolo riservato alla pasticceria è molto ampio.
Oggi vi proponiamo la ricetta dei caratteristici biscotti chiamati Mucatoli.
Secondo la tradizione venivano preparati nel mese di novembre e nel periodo natalizio, oggi vengono preparati durante tutto l’anno  e se vi trovate a passare da Ragusa li potete acquistare nelle pasticcerie o nei panifici.
I Mucatoli sono dei biscotti a base di mandorle, zucchero, miele, con la tipica forma a “S”.


RICETTA

PER IL RIPIENO: 500 gr di mandorle tritate, 400 gr di zucchero o  miele, cannella e buccia d’arancia.
PER LA PASTA: 1kg di farina, 160 gr di strutto, 2 tuorli di uova e 2 bicchieri di vino dolce.
PER LA GLASSA: zucchero a velo, albume e qualche goccia di limone.


PREPARAZIONE:

1
Stendete su una spianatoia la farina, fate un buco al centro e versateci lo zucchero, lo strutto e i tuorli d'uova. Impastate il tutto con il vino fino a ricavarne una pasta consistente.
Stendete con il mattarello una sfoglia e da questa ricavate delle listarelle larghe circa 3-4 centimetri all’interno delle quali verrà versato il ripieno.

2
In un pentolino versate lo zucchero o il miele, la cannella e le mandorle lievemente tostate in forno.
Inumidite con qualche cucchiaio di acqua e mettere il pentolino sul fuoco a fiamma bassa e a metà cottura aggiungete la scorza d'arancia tagliata finemente e la cannella a piacere.
Cuocete l'impasto mescolandolo continuamente finché non si stacca dalle pareti della pentola.

3
Ultimata la cottura fate raffreddare il ripieno e quando è tiepido ponetelo nelle listarelle di pasta precedentemente preparate. Alzate i bordi della pasta quasi a coprire l’impasto e create la caratteristica forma ad “S”.


4
Adagiate i Mucatoli su una teglia imburrata e cuoceteli in forno a 250 gradi per un quarto d'ora.

5
Unite lo zucchero con l’albume di uovo e le gocce di limone, mescolate con cura e quindi spennellate sui biscotti usciti dal forno. Il composto dovrà risultate di colore bianco. Una volta che la glassa si sarà seccata e i biscotti si saranno raffreddati possono essere gustati.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

26/11/11

Sicilia in tavola: l'insalata di aringhe e arance rosse


Tempo d'autunno, tempo di arance! In Sicilia fioccano arance di tutti i tipi: sanguinelle, tarocche, brasiliane, vaniglia...ognuna con un gusto ed un sapore unico. Oggi vi proponiamo una ricetta facile e veloce per gustare le arance come si usa in Sicilia: in insalata! Per chi non è mai stato nell'isola può sembrare strana l'idea di condire le arance con olio e sale ma...provare per credere: questa ricetta sfida l'idea che la frutta si possa condire solo con zucchero, alcool e aromi dolci.

Questa è la ricetta tradizionale:


Ingredienti per 4 persone:
6 arance sanguinelle,
2 aringhe affumicate,
2 cipolline scalogne nuove,
1 mazzetto di prezzemolo,
olio d'oliva extravergine,
sale e pepe

Preparazione:
Sbucciate e tagliate con un coltello affilatissimo le arance riducendole a tocchetti o a spicchi. Dopo avere eliminato i semi eventuali, sistematele in un'insalatiera. Aggiungete le aringhe sminuzzate e condite con olio, sale e pepe. Tagliate le cipolline scalogne a listarelle sottili, unitele alle aringhe e alle arance e servite
in tavola, guarnendo a piacere, con una spolverata di prezzemolo. In mancanza delle arance sanguinelle, potete utilizzare arance di altra qualità, come tarocchi, o brasiliane. Vanno escluse sicuramente quelle di vaniglia.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

25/11/11

Catania diventa "Città del Gusto"


Una “Vecchia Dogana” farà svegliare Catania dal lungo letargo. Catania si alza, e il porto della città etnea sarà a breve una fabbrica di eventi,di alto lignaggio, pecializzata nel food&beverage, che la renderà la "Città del Gusto".
L'iniziativa è nata da un Consorzio di privati che ha deciso di focalizzare le luci della città sull’eccellenza enogastronomica. Così come Gambero Rosso, che ha scelto di “approdare” a Catania con la Città del Gusto e i suoi migliori chef per regalare emozioni e nozioni culinarie, oltre a corsi di cucina e master hi-level, seminari sul mangiar sano, incontri e degustazioni sul vino, alta ristorazione.
La location del progetto sarà il complesso storico del Porto di Catania che ha ospitato nel secolo scorso la “Vecchia Dogana”, e che darà il nome a quest' ambiziosa idea: il Centro polifunzionale dell’agroalimentare d’eccellenza, insieme a una nuova struttura della stazione marittima all’interno del porto di Catania. Vecchia Dogana sarà anche un supporto ai servizi della nuova stazione marittima riservato ai croceristi in arrivo nel capoluogo etneo, che si avvale di un’ulteriore apposito ufficio di accoglienza e informazione turistica della Provincia di Catania in partnership con la compagnia di crociere Royal Caribbean i cui manager hanno definito” questa nuova stazione marittima tra le più belle al mondo".
Si sviluppa in 10.000 metri quadri di superficie coperta, su tre livelli e, oltre alle citate attività, ci sarà posto anche per l’alta tecnologia con il primo cinema 5D della Sicilia, e la tradizione immortale dell'Opera dei Pupi, dichiarata “Capolavoro del patrimonio Orale e Immateriale dell'Umanità” dall'UNESCO, con il museo dei Fratelli Napoli.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.

24/11/11

Ricette di Natale made in Sicily: "U sfinciuni" palermitano




Tipico piatto della tradizione palermitana, "U sfinciuni" può essere considerato l'equivalente siciliano della pizza per i napoletani. Caratteristico del periodo natalizio, fatto con pomodoro, caciocavallo, acciughe e pan grattato, perchè non esercitarsi a prepararne uno prima di metterlo in tavola per la notte di Natale?

"U sfinciuni" nasce come una pietanza povera per la nostra cucina, e nasce dalla necessità di non proporre per le feste il solito pane ma qualcosa di diverso, in una veste intonata alla circostanza.  
Le sue origini, che lo vogliono fatto con farina e lievito, sono probabilmente arabe, mentre il suo nome è stato attribuito in Sicilia.  
Il nome sfincia, invece, dà l'idea di qualcosa di soffice: come recita il detto "e' muoddu comu na sfincia" (è morbido come una sfincia!).
Ecco come prepararlo, con una ricetta facile, economica e veloce:

Ingredienti:
gr. 500 farina bianca
gr. 15 lievito di birra
gr. 100 acciughe salate
gr. 100 pane grattato
gr. 100 caciocavallo
Cipolla
gr. 50 pomodori maturi
Olio di oliva
Sale e pepe

Preparazione:
Versate sulla spianatoia 100 grammi di farina, fate la conca e incorporate il lievito di birra diluito in poca acqua tiepida. Fate una palla e mettetela in luogo tiepido a lievitare sino a che avrà raggiunto il doppio del volume iniziale.
Incorporate poi alla pasta lievitata la farina rimasta e un pizzico di sale; fate una palla, ricopritela con un tovagliolo e lasciate che lieviti per tre ore.
Intanto, in casseruola, in tre cucchiaiate di olio fate rosolare una cipolla tritata ed aggiungete i pomodori sbucciati e spezzettati. Dopo aver salato e pepato lasciate consumare la salsa per una decina di minuti.
Dissalate e diliscate le acciughe e tagliatele a pezzetti insieme al caciocavallo; mettetele nella
salsa di pomodoro ormai pronta. Date altri cinque minuti di cottura in modo che gli ingredienti si amalgamino e ritirate la casseruola dal fuoco.
Nella padella dei fritti, in due cucchiaiate di olio caldo fate insaporire il pane grattato.
Foderate una teglia da forno unta di olio con la pasta lievitata, cospargetela con la salsa di pomodoro, il pane grattato e un poco di olio poi mettete lo sfinciuni in forno caldo per circa 20 minuti. Lo sfinciuni va servito caldissimo.
Potrete preparare lo sfinciuni anche in piccole pizzette procedendo nello stesso modo e usando le stesse quantità di ingredienti.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.

23/11/11

Christmas Time: i mercatini di Natale più originali d'Italia




La magia di Natale è nell'aria: per le strade si accendono le lucine bianche tra addobbi, luci, colori e casette di legno colorate, e le piazze italiane si preparano ad accogliere migliaia di persone in festa pronte a fare acquisti tra i mercatini di Natale. Molti già attivi!




Roma: a piazza Navona dal 26 novembre 2011 e fino al 6 gennaio 2012 torna la magia del Natale con i tradizionali mercatini dedicati alla Befana. La simpatica vecchina a bordo di una scopa, verrà rappresentata in tantissimi modi e fattezze, mentre la piazza si riempirà di numerose bancarelle che offriranno specialità gastronomiche, calze contenenti dolciumi e cioccolata, addobbi e decorazioni per l'albero di Natale. Nel frattempo, passeggiando per l'antichissimo mercatino romano, artisti di strada, saltimbanchi, giocolieri, artigiani e commercianti animeranno le fredde serate natalizie. Sempre a Roma ma soltanto dal 10 al 13 dicembre, l'appuntamento da non perdere è invece con i mercatini di Piazza Ankara, dove oltre 130 espositori offriranno al numeroso pubblico di visitatori artigianato, idee regalo e dolci natalizi. 


Rimini: un vero e proprio villaggio di Natale è quello che si metterà su dall'8 al 23 dicembre 2011 nel centro storico di Bracciano (Rimini): le sue piazze saranno la location del Christmas Village con interessanti intrattenimenti, il Santa Claus Live Christmas, oggettistica, idee regalo, artigianato, antiquariato, modernariato, prodotti tipici tra i tanti banchi della fiera. 

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.



Milano: dal prossimo dicembre torna fino alla befana ai Giardini di Porta Venezia di Milano, l'appuntamento con il Villaggio delle Meraviglie, il parco tematico dedicato alle famiglie. Intanto, in centrocittà, si può passeggiare alla ricerca di idee originali tra gli oltre quaranta chalet in legno decorati con gnomi e folletti, con gustose specialità enogastronomiche e particolari prodotti artigianali, italiani ed europei. E se si è a Milano durante il ponte dell'Immacolata, da non perdere è l'appuntamento con la tradizionale fiera degli Oh Bej Oh Bej. 


22/11/11

Idea viaggio: New York per la Festa del Ringraziamento



Se visitare New York è da sempre nei vostri progetti e potete scegliere in che periodo fare le valigie, i giorni giusti per cui vale la pena sorvolare l’oceano sono sicuramente la Festa del Ringraziamento e il Black Friday che si svolgono ogni anno il quarto giovedì e il quarto venerdì del mese di novembre.
La Grande Mela è, anche quest’anno, in pieno fervore organizzativo per la ricorrenza che più anima il cuore degli statunitensi.
Mancano pochi giorni al grande evento e a New York è già tutto pronto: parata del ringraziamento, carri allegorici e palloni giganteschi.
Era il 6 novembre del 1620 quando la nave inglese Mayflower, approdò sulle coste degli Stati Uniti per dare vita alla prima grande colonia nell’attuale Stato del Massachusetts.
Il primo inverno che i “Padri Pellegrini” affrontarono nel Nuovo Continente fu molto duro.
Furono gli indigeni nativi delle terre americane a istruirli sui prodotti da coltivare e gli animali da allevare durante i freddi mesi invernali. I coloni per ringraziare Dio e gli indigeni per il loro aiuto istituirono la Festa del Ringraziamento e invitarono a prendere parte alla festa gli indigeni del posto.
Da allora fino ad oggi, il quarto giovedì del mese di novembre in tutte le città degli Stati Uniti è festa..e che festa!!!
Il 24 novembre 2011 la Parata del Ringraziamento organizzata dai grandi magazzini Macy’s invaderà le strade di Brodway e arriverà fino a Central Park. 
Ogni anno la parata attira fino a 3 milioni di persone, turisti e abitanti del posto.
Carri allegorici ma soprattutto giganteschi palloni a dominare la scena e quest’anno ce ne sarà uno creato appositamente da Tim Burton.
Inoltre numerosi artisti e pop star, spettacoli di cheerleders, band che marciano a ritmo di musica, ballerini, interi cast di serie tv e milioni di bandierine sventolanti.
Ma per una città che non dorme mai ciò non è abbastanza!
La sera è di nuovo festa e lo è nei luoghi più affascinanti della Mela: party in piscina presso il Grace Hotel con dj e ospiti speciali, festa dance sul tetto dell’Empire Hotel, concerto a Highline Ballroom e crociera festaiola sul fiume Hudson.
Ma il weekend più emozionante degli stati uniti non è ancora finito: venerdì 25 sarà il Black Friday, il venerdì dello shopping selvaggio che fa andare letteralmente in tilt la città. 
Tutti i negozi aprono le saracinesche fin dalle ore notturne proponendo sconti e offerte da capogiro per dare il via allo shopping natalizio.
New York una città dalle mille sorprese ma che dà il meglio di sé durante la Festa del Ringraziamento!!


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia



21/11/11

Sciare low cost: le mete per una settimana bianca che non costa una fortuna



Il periodo invernale è arrivato e la voglia di neve si fa sentire.
Tutti gli appassionati delle settimane bianche stanno già pensando alle mete per quest’anno.
E se la voglia di neve è tanta i risparmi spesso scarseggiano.
Noi di Listen vi proponiamo alcune destinazioni low cost per sciare in Italia: posti bellissimi che non hanno niente da invidiare agli impianti sciistici più famosi e costosi.
Skipass, soggiorno, lezioni di sci e noleggio attrezzatura economicamente proporzionate alle esigenze dei più.
Pronti al risparmio?


PESCASSEROLI-ABRUZZO:
Inserita in uno dei punti più belli del Parco Nazionale d’Abruzzo ha un’area di discesa di circa 20 km composti in 14 piste da sci per tutte le capacità.
Tre seggiovie, cinque sciovie e tre punti ristoro. Le piste sono di solito aperte da dicembre a marzo.
Il prezzo giornaliero di uno skipass è di 18 euro contro i 35 di rinomate località alpine.
Acquistando lo skipass per 6 giorni si risparmiano fino a 200 euro. 
A questi prezzi sono inoltre applicabili alcune offerte: gli studenti universitari godono dello sconto del 20%, per chi presenta la tessera dell'anno precedente o per i gruppi di 20 o più persone a disposizione lo sconto del 10%. I bambini sotto i 6 anni sciano gratis purché accompagnati da un adulto pagante. 
Ogni anno Pescasseroli promuove inoltre un programma Settimana Bianca, che inizia dopo la Befana e termina a fine stagione, che prevede ottime agevolazioni per i soggiorni in hotel.


ANDALO - TRENTINO
Il comprensorio è quello della Paganella, con due bei versanti, Fai della Paganella e Andalo.
I prezzi per un soggiorno in questa località delle Dolomiti non sono troppo alti rispetto alle altre località simili ed inoltre le possibilità di usufruire di pacchetti promozionali è molto alta.
Dal 7 al 15 gennaio 2012 e dal 10 al 18 marzo 2011 ad esempio è prevista la Happy Week Paganella durante la quale il prezzo dello skipass si abbassa notevolmente da 198 euro usuali a 110 e 125 euro.


SCANNO-ABRUZZO
Sciare a Scanno significa avere a disposizione i comprensori sciistici di Passo Godi e Monte Rotondo, tra i più belli e moderni d'Abruzzo. L'altopiano di Passo Godi a 1630 metri è una località sciistica tra le più interessanti per la bellezza dei paesaggi.
Comodo da raggiungere, a soli 15 minuti da Scanno o da Villetta Barrea, è attrezzato con impianti di risalita snowtubing, campi per lo slittino e bob, anelli per lo sci di fondo,noleggio motoslitte, ampi spazi per l'escursionismo, l'alpinismo e il telemark.
La pista più bella e famosa è il Pistone che scende dai 1600 metri di Colle Rotondo fino ai 1050 di Scanno arrivando fino al piazzale vicinissimo al centro. 
Lo skipass giornaliero costa 18 euro.
Oltre al risparmio sulle piste si risparmia nel noleggio di attrezzature, per mangiare e dormire a Scanno: borgo di origine romana tagliato da vicoli e vicoletti in cui sorgono inaspettati edifici signorili.


PILA- VALLE D'AOSTA
Tra le località sciistiche è tra le più conosciute. Il comprensorio è suggestivo ed adatto ai principianti e alle famiglie un po’ meno per gli sciatori provetti.
L'inizio della stagione invernale è previsto per sabato 26 novembre 2011 e sarà possibile sciare tutti i giorni sino a domenica 15 aprile 2012.
Il costo di uno skipass per 6 giorni si aggira intorno ai 200 euro ma vi sono previste molte riduzioni e prezzi speciali per i principianti, gli universitari, per le scuole, ecc.


BRENTONICO-TRENTINO
L’altipiano di Brentonico, disposto sul versante settentrionale del Monte Baldo, estendendosi tra la Valle dell’Adige ad est e il Lago di Garda verso ovest, è da sempre meta turistica sia per gli amanti dello sci alpino e nordico in inverno che per gli appassionati di escursioni a piedi, in muontain bike e del Nordik Walking in estate.
Gli impianti presenti sono davvero efficienti: sistemi di innevamento artificiale e impianti di risalita nuovi di zecca.
I prezzi? Ovviamente tra i più convenienti. Il costo giornaliero di uno skipass è di 23 euro nei giorni settimanali e di 27 nel weekend.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia