31/10/11

"LA FESTA DEI MORTI" IN SICILIA



Il 2 novembre in Sicilia è la “festa dei morti” e il termine festa non è scelto a caso.
In ogni città o paesino dell’isola si fa, infatti, una gran festa: scuole chiuse, grandi luminarie e bancarelle stracolme di dolci e giocattoli.

E se la Sicilia è terra di tradizioni e leggende ovviamente anche la “festività dei morti” porta con sé: consuetudini, leggende, prodotti tipici e tradizioni.

La leggenda narra che nella notte tra il 1 e il 2 novembre i defunti visitino le case dei proprio cari lasciando doni ai bambini.

Ma se babbo natale è ordinato e sa dove depositare i regali, i “morticini”sono un po’dispettosi e li nascondono abilmente talvolta camuffandoli in maniera irriconoscibile.
Sotto il letto o dietro i libri, su uno scaffale o dentro l’armadio: per ogni bambino siciliano la mattina del 2 novembre ha inizio la caccia al tesoro!
I doni possono trovarsi in qualsiasi posto sta alla fantasia e alla bravura del bambino scovarli.

Tradizionalmente la ricerca veniva preceduta dalla recita di una supplica che ormai, purtroppo, in pochi ricordano:


Armi santi, armi santi,

Iu sugnu unu e vùatri síti tanti:

mentri sugnu ‘ntra stu munnu di guai

Cosi di morti mittitimìnni assai.


Anime sante, anime sante,
io sono uno e voi siete tanti:

mentre sono in questo mondo di guai

regali dei morti mettetene tanti.


In ogni casa inoltre è tradizione preparare “u cannistru”, un cesto stracolmo di dolci e frutta secca, alcuni tipici della festività: pupi di zucchero, crozza ri morti (biscotti croccanti bianchi e neri ) e Frutta Martorana.
I Pupi di Zucchero, decorati con colori vivaci, raffigurano paladini, legionari, dragoni e dame del settecento.

L'altra specialità, che rallegra le vetrine delle più belle pasticcerie della Sicilia soprattutto durante la festività dei morti e che trova a Palermo la sua forma più esasperata e affascinante, è la Frutta Martorana: vere opere d’arte di pasta di mandorla che maestri pasticceri plasmano creando frutti difficilmente distinguibili dai reali.
Particolarmente affascinanti e dall'atmosfera unica le "fiere dei morti", tradizionali bancarelle presenti in molti paesini della Sicilia che attendono grandi e piccini offrendo l'opportunità di acquistare giocattoli e dolciumi di ogni genere per preparare il tradizionale "Cannistru". 





Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia





29/10/11

A San Martino le frittelle si fanno così



Frittelle, castagne e vino: San Martino in Sicilia ha questo sapore.
Vi proponiamo oggi la ricetta per realizzare le classiche frittelle siciliane.
Facili da realizzare e semplici negli ingredienti, le frittelle riscuotono  grande successo in tutta la Sicilia.

INGREDIENTI per 8 persone
- 1kg di farina di grano duro
- un panetto di lievito di birra
- 500 ml di latte, se necessario aggiungerne altro fino a rendere l’impasto morbido come quello per la pizza
- semi di finocchio selvatico
- uvetta

PROCEDIMENTO
Impastate la farina con il latte, il lievito di birra e un pizzico di sale. Quando l’impasto avrà raggiunto una consistenza morbida e omogenea aggiungete i semi di finocchio selvatico e l’uvetta.
Coprite l’impasto e lasciarlo lievitare.
Infine friggete a cucchiaiate in abbondante olio bollente.
Appena le frittelle sono ben gonfie e dorate sgocciolatele e ponetele su un piatto da portata.
Cospargetele di zucchero e infine..Buon appetito!





Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

28/10/11

WWOOF: eco viaggiare in fattoria


Eco-viaggiare gratis?Vivere da contadino nel terzo millennio?
Due opportunità che diventano un’unica realtà grazie all’associazione internazionale WWOOF che offre la possibilità di viaggiare e scoprire località e paesaggi ormai dimenticati praticando l’attività di agricoltore.
Grazie al World Wide Opportunities on Organic Farms è possibile girare il mondo organizzando eco-viaggi in aziende biologiche.
Gli elementi indispensabili? Voglia di lavorare, spirito di adattamento e amore per la terra.
L’associazione, nata da un’idea di Sue Coppard, gradualmente ha coinvolto sempre più persone, spinte soprattutto dalla voglia di trascorrere qualche giorno immersi nella pace della campagna, e sempre più fattorie hanno offerto vitto e alloggio in cambio di aiuto e di entusiasmo.
Da allora WWOOF è cresciuta moltissimo ed esiste ora in molti paesi del mondo.
Lo scopo è quello di creare conoscenza e interesse verso uno stile di vita biologico e biodinamico e mettere in contatto le fattorie biologiche con i nuovi eco-viaggiatori.
I benefici per chi viaggia?
Semplice: riduzione dei costi e la possibilità di vivere un’esperienza unica.
Cosa fare per godere di un soggiorno in una fattoria?Ecco 3 semplici passaggi:
1)iscriversi all’associazione WWOOF
2)Cercare una fattoria e organizzare un soggiorno(ogni fattoria ha qualcosa di diverso da offrire al suo ospite e quindi importante scegliere in maniera accurata).
3)Leggere lo statuto e rispettare le regole.

Noi di Listen ci sentiamo di aggiungere che la qualità più importante che deve avere un WOOOFer è quella di adeguarsi a tutte le diverse attività che si svolgono in fattoria e la massima collaborazione per quanto riguarda i lavori di casa(pulizie, lavare i piatti, cucinare).
Che dire ancora? Eco-viaggiare con WOOLF significa soprattutto imparare nozioni sulla produzione e sulla vita biologia e godere di emozioni uniche..un po’ come viaggiare nel tempo alla scoperta di posti ormai dimenticati.



Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


27/10/11

Catania: "a fera bio"


Ogni domenica di ogni mese, a Catania, si svolge “a fera bio”: una manifestazione itinerante che vede protagonisti i prodotti biologici, l’artigianato tradizionale e il commercio equo solidale.
La manifestazione viene organizzata con l’obiettivo di:
-Promuovere una corretta ed approfondita conoscenza del prodotto agricolo biologico;
-Favorire i contatti diretti tra produttori e consumatori;
-Favorire la conoscenza e il consumo di produzioni locali e in particolare di colture e varietà dimenticate contribuendo così a favorire il mantenimento della biodiversità;
-Avviare la costituzione di gruppi organizzati di consumatori e produttori;
-Sostenere e diffondere le attività legate al turismo rurale, al turismo responsabile, all'eco-turismo ed all'artigianato tipico;
-Promuovere e sostenere pratiche di solidarietà sociale (commercio equo, banca del tempo, finanza etica, volontariato sociale);
-Contribuire a ridurre la distanza esistente fra abitanti della città e il territorio rurale e promuovere iniziative che tendano a prendersi cura comune del territorio.
Inoltre durante la manifestazione sono previsti momenti musicali e degustazioni di ogni tipo. Un modo nuovo per trascorrere una domenica diversa e soprattutto eco!




A Fera Bio si tiene la seconda domenica di ogni mese

A Fera Bio saluterà l'arrivo di ogni nuova stagione con una festa ed attività culturali (conferenze, incontri, spettacoli, laboratori del gusto,...). 


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

26/10/11

Ad Halloween si parte per..



Castelli infestati e luoghi da brivido: per Halloween spopolano i tour del mistero!
Ed ecco una presentazione dei possibili tour tra i posti più visitati e richiesti per la festa più paurosa dell'anno.
Ci muoveremo sulle orme di misteri, delitti da risolvere, fantasmi da scovare e leggende da sfatare per una festa di Halloween davvero originale:

-Weekend con delitto:
Per trascorre una serata diversa o un fine settimana alternativo con tanto di intrigo, è bello ed originale partecipare a una sorta di gioco di ruolo. Gruppi di persone,una ventina al massimo, sperdute in luoghi desolati e silenziosi che si divertono a risolvere un vero è proprio thriller  con tanto di omicidio ed assassino da scovare. Agli aspiranti detective si uniscono attori professionisti e non manca mai qualche effetto speciale.

-In viaggio con il fantasma:
Un'altra proposta per un tour da brivido è un viaggio tra i castelli e le dimore che sono stati luoghi di atroci omicidi e che la leggenda narra siano infestati dai fantasmi.
Tra questi citiamo:
Il Castello di Rivalta(Piacenza) che come ogni castello che si rispetti ha il suo fantasma anzi ne ha ben due. Uno, quello di Pietro Zanardi Landi, assassinato per rivalità legate all'eredità; l'altro, il fantasma del cuoco Giuseppe, ucciso nel settecento per vendetta dal maggiordomo a cui aveva insidiato la moglie. Il fantasma si manifesta spegnendo le luci e spostando gli oggetti.
Il castello di Bardi (Parma) nei cui saloni il fantasma Morello si aggira triste per il suo perduto amore. Il fantasma manifesta la sua presenza con voci, suoni e canti.
Spostandoci in Sicilia sono due i castelli che per storia attirano turisti affascinati dal mistero.
Nel castello di Caccamo nei pressi di Palermo si può incontrare il fantasma dell’antico proprietario del castello, Matteo Bonello. La storia narra che fu catturato e lasciato morire in una prigione sotterranea dopo esser stato sottoposto a tremende torture. Si mormora che il suo fantasma vaghi ancora tra le sale del castello e viene descritto dai testimoni come non molto alto di statura con addosso una giacca di cuoio e pantaloni aderenti, si muove con andatura lenta e sul suo volto sono presenti due profonde occhiaie vuote dalle quali sprigiona tutto l’odio e la ricerca di vendetta.
A Carini, sempre nei pressi di Palermo, nel castello si aggira il fantasma della baronessa uccisa insieme all’amante. La stanza dell’assassinio, situata nell’ala ovest del castello, è crollata completamente. Tutto ciò che resta della leggenda sono il fantasma di Donna Laura e su una roccia l’impronta insanguinata della sua mano che la leggenda vuole ritorni visibile ad ogni anniversario della morte.

-Divertimento mostruoso
A Gardaland si festeggia Magic Halloween: un'invasione di fantasmi volanti,mostri e zombie
Numerosi gli eventi in programma tra cui l’imperdibile  parata degli Spiriti e lo show Nightmare - Halloween Final Ceremony che chiuderà la giornata in grande stile.
Per informazioni http://www.gardalandmagichalloween.it/main.php?lang=it

-In giro per i sotterranei
Anche i sotterranei delle più belle città d'Italia possono essere luoghi dall'atmosfera tetra, ideali da visitare in occasione di Halloween.
Torino è una delle città che si dice nasconda più segreti. Non a caso sono organizzati diversi tour per visitare i sotterranei della città alla scoperta delle storiche gallerie del 700, dei rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale e delle ghiacciaie regie di Porta Palazzo.

-Fuori dai confini italiani:
Chi vuole, invece, approfittare del ponte di Hallloween per una vacanza all’estero le mete più interessanti sono senza dubbio: Disneyland Paris, dove è prevista una festa di Halloween da brivido con zucca party, parate horror e fuochi d'artificio; la Transilvania, nella terra del conte Dracula;e per finire, New York, dove come ogni anno è prevista una megaparata nel centro della città. 


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

25/10/11

Combattere il freddo dell'inverno? Basta un viaggio al sole

India - India è il fascino della filosofia e della cultura indiana, una incredibile varietà di gente, ambienti e usanze da far girar la testa, paesaggi e volti nuovi tutti da conoscere. Il periodo perfetto per andare in India inizia a novembre e prosegue fino a marzo, mese in cui iniziano a arrivare i primi monsoni. Novembre è infatti è il mese di Divali, il festival delle luci: tutto il Paese si illumina di lampade, candele e luci fioche in onore della venuta di Lakshmi, la dea dell'abbondanza e della prosperità: uno spettacolo assolutamente affascinante da non perdere.




Buenos Aires - Avendo un po' di fortuna i voli per Buenos Aires sono spesso molto più economici di quelli per altre destinazioni del Sud America, e vanno dalle 350 Euro in su). Novembre è uno dei periodi migliori per visitare la città del tango e dei colori: in questo mese infatti le temperature sono miti, non si soffre il caldo nè il freddo e in città si respira già la primavera. Fioriscono gli eventi e i festival. Tra questi Buenos Aires Jazz, tutti gli anni durante la prima settimana di novembre. 






Mauritius - Passeggiate a cavallo, nello Chamarel, o escursioni in canoa lungo l'Eau, piatti fantastici della gastronomia locale come il vindaye, una salsa di senape con pesce freddo, insalata a base di frutta, ortaggi e spezie (chutney), oppure un bol renversé, una zuppa di gamberetti, tagliatelle e pollo. Immaginatevi alla scoperta di cascate e giardini, con le scarpe da trekking ai piedi o alle prese con la vela da windsurf: nelle Mauritius potrete trovare una concentrazione di varietà in paesaggi, escursioni, cibi e culture non indifferente considerando le dimensioni dell'isola. Il periodo migliore per visitare l'isola comincia proprio da novembre e prosegue per tutto l'inverno. Le temperature vanno dai 28 ai 19°.





Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.

24/10/11

Ponte del 1 novembre: 3 idee viaggio nella nostra penisola!

Napoli: Temperatura mite in tutto il sud Italia prevista per il ponte dei morti. Che ne dite di una gita fuori porta in quel di Napoli? Baciata dal sole dà il meglio di sè, e sarà possibile anche fare un giro giù per la Costiera Amalfitana, da non perdere. E in clima di Halloween non può mancare il tour della Napoli sotterranea, casa oscura delle anime pezzentelle e dei morticelli. Per sapere qualcosa in più sull'antica e affascinante tradizione napoletana del culto dei morti, il 31 ottobre sarete a Napoli al momento giusto. Partono dal centro storico le passeggiate narrate "Napoli, un fantasma in ogni vicolo", per raccontare l'Halloween napoletano fatto di tradizioni, leggende e costumi.





Umbria: Se avete voglia di una gita fuori porta la cara vecchia Umbria nel weeekend del 1° novembre è sicuramente il posto giusto da visitare. Ritorna anche quest'anno l'appuntamento con Frantoi Aperti la manifestazione per apprezzare a pieno le strade dell'Olio della regione. A Trevi, Festivol, tra olio arte musica e papille, concilia il mondo della gastronomia umbra all'arte e alla musica, dal 29 al 30 ottobre. Anche nella bella Spoleto il weekend è dedicato all'olio e ai sapori che dal succo pregiato delle olive umbre sono amplificati. Imperdibile un giro all'Isola Polvese, la più bella delle tre isolette del Lago Trasimeno, dove i prodotti d' autunno si sposano con l'olio nuovo. 






Sardegna: Se siete nostalgici dell'estate e del mare, ma scappereste all'idea di fare una vacanza in Costa Smeralda in estate, la Sardegna, in cui l'inverno tarda solitamente ad arrivare, è la soluzione che fa per voi. Con Ryanair si vola da Milano ad Alghero mentre da Roma e Milano si raggiunge l'aeroporto di Cagliari. Una volta arrivati nell'isola potrete affittare l'auto e visitare un pezzetto di Sardegna oppure alloggiare nei pressi di Alghero o Cagliari. Splendidi paesaggi e mare cristallino: l'isola non vi deluderà. Potrete inoltre consultare i migliori pacchetti vacanze per trascorrere 3 o 5 giorni in Sardegna. 






Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia.

21/10/11

Idee di viaggio per l'Immacolata? Londra e il Chocolate Festival





Se non sapete cosa fare per il prossimo ponte dell'Immacolata, Listen to Sicily vi propone un'idea divertente e golosa... a Londra! Freddo pungente, luci, suoni, colori, mille luci colorate delle vetrine : la capitale britannica avvolta dal clima natalizio vi riserva una deliziosa sorpresa nel SouthBank Center Square, lungo la riva destra del Tamigi (quella dove si trova la ruota panoramica London Eye) tra l'Hugerford Bridge e il Waterloo Bridge (fermata metro più vicina: Waterloo).
Dal prossimo 9 all'11 dicembre 2011 infatti, il Tamigi diventerà il paradiso del cioccolato per una nuova edzione del Chocolate Festival. Per tre giorni cioccolaterieri, pasticceri e grandi chef si riuniranno a Londra per regalarvi un dolcissimo weekend. Workshop, dimostrazioni, creazioni di sculture di cioccolato ma sopratutto degustazioni, saranno i protagonisti del dolce appuntamento di dicembre.
maestri cioccolatieri metteranno la loro arte e le loro creazioni a disposizione di tutti, regalando ricette e consigli su come usare il prelibato ingrediente. Qualche idea?i tartufi al cioccolato, caramelle, frittelle al cioccolato, statue di cioccolato, 
cioccolata calde per riscaldarsi, churros, cibi salati al cioccolato, crema di latte al cioccolato e tante altre squisitezze. 

Se vi è già venuta l'acquolina in bocca non vi resta che prenotare un volo. Per maggiori informazioni festivalchocolate.co.uk/