20/09/11

Da oggi al 25 settembre in Sicilia è Cous Cous Fest!






Semola di grano cotta a vapore servita con un bouillon di verdure, legumi, spezie, carne o pesce: il cous cous è un piatto giramondo, che si è mescolato di volta in volta con il territorio, coi popoli, con le tradizioni e le culture con cui è venuto a contatto. 
San Vito Lo Capo, sulla punta nord-ovest della Sicilia, sarà il centro nevralgico del confronto fra alcuni dei popoli più tormentati del Mediterraneo, ora più che mai: Egitto, Tunisia, Marocco e molti altri, faranno “cous cous not war” riuniti dallo stesso piatto, simbolo di meticciato e contaminazione che allo stesso modo li rappresenta, in quell’evento che da sagra si è trasformata negli anni in evento internazionale.

Il villaggio gastronomico del Festival in questa edizione sarà composto di sei “Case del cous cous” aperte a tutti i visitatori ogni giorno dalle 12 alle 24, proporrà trentacinque varianti della ricetta, pronte a soddisfare le voglie gastronomiche più eccentriche: dalla versione sanvitese a base di pesce e  ‘ncocciata con le mani in maniera tradizionale, a quella autoctona del luogo, la trapanese, dalle varianti più esotiche dei paesi esteri, a quella del Maghreb e del biologicoBia, fino alle ricette dei paesi rivieraschi del Mediterraneo.
Sabato e domenica a tutti i visitatori sarà data anche la possibilità di degustare il cous cous in riva al mare presso "Al Waha", in arabo “oasi del deserto”, la tenda berbera allestita appositamente sulla spiaggia di San Vito Lo Capo.
Ma il tema centrale di questa 14° edizione del Festival internazionale dell’integrazione culturale, è proprio il confronto tra i Paesi dell’area euro mediterranea e non solo. Saranno nove infatti la nazioni che si confronteranno in cucina: Costa d'Avorio, Egitto, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia. I piatti, oltre ad essere votati da una giuria tecnica, composta da giornalisti, chef e opinion leader e presieduta da Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e curatore di “Identità Golose”, il primo congresso italiano di cucina e pasticceria d’autore, saranno valutati anche da una giuria popolare, formata da circa 80 visitatori della manifestazione.
In gara per l’Italia due chef sanvitesi: Vito Miceli, chef al ristorante “Mediterraneo” di San Vito Lo Capo ed Enzo Caradonna, ai fornelli del ristorante “La Pineta”, insieme a Giuseppe Costa, vincitore delle selezioni nazionali che si sono svolte a giugno durante il Cous Cous Fest Preview, che ha lavorato con Carlo Cracco, Heinz Beck e Massimiliano Alajmo.
Tra le novità di quest’anno in programma anche il debutto di “Buono da pensare”, il master universitario di secondo livello in Cultura e comunicazione del gusto dell’Università di Palermo, San Vito Lo Capo ospiterà le prime lezioni, aperte anche al pubblico, in programma da giovedì 22 a sabato 24 settembre al Pala Bia, sul lungomare dalle ore 9,30 alle ore 11. In cattedra Fede e Tinto, conduttori di Decanter su Rai Radio2, Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e presidente della giuria tecnica del Cous Cous Fest e Marco Sabellico, giornalista del Gambero Rosso.
Non soltanto quindi un’occasione di festa, fatta di sapori e sfide gastronomiche tra grandi chef. La manifestazione riserverà anche diversi momenti di approfondimento e tanti spettacoli: quest’anno infatti si alterneranno sul palco del Cous Cous Fest attesissimi artisti di fama internazionale.
Si comincia martedì 20 settembre con i Subsonica, la band torinese sulla cresta dell'onda del successo dell'album ''Eden'', che regalerà un live di puro spettacolo ed emozioni con le ultime hits, ''Istrice'' e ''La Funzione'', e i vecchi successi. Mercoledì è la volta di Alex Britti, mentre giovedì sul palco l'anima irlandese dei Modena City Ramblers; venerdì si balla con la world music degli Agricantus e poi con il dj set di Luca Morino from Mau Mau. Sabato il sound esplosivo dei Muchachito Bombo Inferno e dei Mau Mau e, dopo i fuochi d'artificio, si prosegue con la musica del dj set. Domenica si chiude con il cantautore siciliano Filippo Cannino e la band pugliese Puntinespansione, vincitori del concorso ''Cous Cous Factor, nuove proposte artistiche''. In programma, oltre alla musica, incontri culturali: tra gli ospiti oltre Fede e Tinto di Decanter su Rai Radio2, Andy Luotto, attore e chef, Vladimir Luxuria e la showgirl siciliana Eliana Chiavetta, che condurrà le serate del festival. Dopo il successo di ascoltatori dello scorso anno, Decanter trasmetterà nuovamente in diretta da San Vito Lo Capo, durante tutte le serate della manifestazione.

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento