19/08/11

Escursioni sull'Etna: fascino irresistibile


Esplosioni e colate laviche. Fuoco e ghiaccio. Grotte vulcaniche e gallerie di scorrimento.
Il vulcano più alto d’Europa e uno dei più attivi del mondo, l’Etna, è un posto magico e primordiale dove è possibile visitare e ammirare luoghi di rara bellezza.
Ogni giorno l’Etna è meta di migliaia di turisti che desiderano assaporare il brivido caldo del vulcano, che a guardarlo da lontano sembra emergere direttamente dal mare.
Per godere dello spettacolo dei luoghi che l’Etna sa offrire gruppi organizzati ed escursionisti partono alla conquista della grande montagna arrivando fin sotto l’area sommitale per ammirare da vicino le bocche del gigante e per tuffare gli occhi in uno spettacolo unico al mondo che lascerà un ricordo indelebile nella memoria di ognuno.
Il fascino della montagna si esprime al meglio nelle colate laviche, di cui quelle preistoriche ricoperte da rigogliosa vegetazione, nei deserti di cenere e lava, nelle gallerie di scorrimento, nei crateri spenti, nella “Valle del Bove”.
Tra le gallerie di scorrimento più famose emerge la Grotta del Gelo caratterizzata dall’avere all’interno del ghiaccio perenne e per tal motivo è ritenuta essere il ghiacciaio più meridionale d’Europa. Ubicata a 2030 metri d'altitudine la grotta è una galleria di scorrimento, originata dal raffreddamento di una colata lavica.
Il fenomeno che porta alla creazione di questo tipo di strutture è molto comune: le pareti e la superficie della colata, a contatto con l'atmosfera, raffreddano più velocemente della parte interna della colata lavica. Viene a crearsi quindi una sorta di "contenitore" di lava solidificata, una struttura cava definita appunto galleria di scorrimento.
Ma la grotta del Gelo è solo una delle tante grotte che è possibile visitare nelle diverse escursioni organizzate.
Escursioni quindi che permettono di visitare il Parco dell’Etna dove è possibile ammirare la lava nera che si è fatta strada tra flora e fauna, miracolosamente rimaste incolumi, e per i più coraggiosi,  i Crateri centrali (quota 3300 m circa) per raggiungere i quali è necessaria una breve scarpinata, dopo essere arrivati con la funivia e i mezzi 4x4 a quota 2900 m.
Durante la risalita la vegetazione scompare, lasciando spazio a lava e ceneri, paesaggio lunare.
Visitare l’Etna è come immergersi in un luogo dove il tempo corre ad una velocità incomprensibile e tutto si modifica e si trasforma.
Le montagne, di solito, vivono un'esistenza dai tempi così dilatati che risultano difficilmente comprensibili agli uomini ma non è così per la grande montagna. Ogni alba, infatti, può assumere colori, odori e paesaggi diversi.
Un turista attento che ama la natura non può che restarne affascinato.
Il “gigante” vive, respira e si trasforma in continuazione e regala immagini di sé sempre diverse.


Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipica, divertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia

Nessun commento:

Posta un commento