29/06/11

Eco viaggiare: le isole più selvagge del Mediterraneo

Se l’idea per queste vacanze è quella di non sentire altro rumore che quello delle onde infrangersi sugli scogli e del vento che soffia, se l’idea è quella di esplorare un posto ancora sconosciuto del mar Mediterraneo, se volete immergervi nella natura più incontaminata e rilassarvi in una spiaggia solitaria, che dire…abbiamo quello che fa per voi!
Si tratta di una lista delle isole più selvagge e meno abitare del nostro mare: sono le perle del Mediterraneo, ideali per chi sogna un viaggio al mare lontano dal caos e dalla confusione e due di queste sono proprio in Sicilia!

Linosa, Sicilia


Siamo al centro del Mediterraneo, immaginate la roccia scura, il blu intenso del mare, le casette tradizionali gialle, il verde della macchia mediterranea. Immaginate 450 abitanti in tutta l’isola, uccelli di specie protette che nidificano sulla costa, tartaruche Caretta Caretta che passeggiano per la spiaggia.


Mljet, Croazia


Basta prendere il traghetto da Dubrovnik per raggiungere dopo circa mezz'ora di navigazione un paradiso naturale ricoperto di pini marittimi, i due laghi salati di Miljet e la spiaggia di Saplunara.
L’isola offre attività naturalistiche ed escursioni, per un turista che è attento al rispetto della natura, proprio per preservare lo stato selvaggio dell’isola. Gli alloggi e i ristoranti sono tutti a conduzione familiare.

Alonissos, Grecia


Siamo nelle isole Sporadi, e tra tutte è la più silenziosa e naturalistica. Basti pensare ai suoi chilometri di costa vergine e protetta dove immergersi in compagnia delle foche monache. Attorno ad Alonissos, gli altri isolotti disabitati, Dio Adelfia e Piperi, per citarne solo un paio, centri del parco marino di Alonissos, per una vacanza a base di natura e diving. 

Alicudi, Sicilia


Un’altra isola siciliana ha il vanto di essere tra le più selvagge e meno abitate. Si tratta di Alicudi, la più occidentale delle Isole Eolie, con un bar-albergo-ristorante, due alimentari e un chiosco di giornali. Le stupende calette si raggiungono a piedi percorrendo scalinate e sentieri scavati nella pietra lavica oppure in groppa agli asini, utilizzati ancora oggi dagli isolani per trasportare merci e persone. 

Tersane, Turchia



Si può raggiungere in barca a vela, pernottando in cabina nel porto naturale della parte nord occidentale dell'isola.
Tersane anticamente era un'isola abitata. Poi la sua popolazione si spostò a Rodi lasciando le case e le Chiese abbandonate alla folta comunità di capre dell'isola. La frutta un tempo coltivata a Tersane continua a crescere anche senza la mano dell'uomo. Un posto silenziosamente affascinante.



Maggiori informazioni su: http://www.zingarate.com/idee-di-viaggio/isole-meno-abitate-e-piu-belle-del-mediterraneo.html

Scopri qui gli indirizzi migliori per dormire, gustare la cucina tipicadivertirti e fare shopping durante il tuo viaggio in Sicilia


Nessun commento:

Posta un commento